Dopo la presentazione in prima mondiale del terzo capitolo del prequel della saga "Lo Hobbit: La Battaglia delle Cinque Armate" a Leicester Square nel centro di Londra, cresce l'attesa per l'uscita nelle sale del film, il 17 dicembre prossimo senza privilegiare gli spettatori di nessuna nazione. In Italia uscirà in contemporanea con gli Stati Uniti con la sola differenza del fuso orario. Chi ha avuto la fortuna di essere stato invitato per l'anteprima nella capitale inglese, e soprattutto le migliori riviste che si occupano di Cinema come la britannica Empire o le statunitensi Variety e The Hollywood Reporter, hanno già espresso una valutazione attraverso gli articoli dei loro critici cinematografici.

Il giudizio, sia per la trama di quest'ultimo episodio che per il finale scelto per chiudere la saga, è stato molto positivo e d'accordo con loro è stato anche il commento di un quotidiano inglese storico, anche se non del settore, come The Guardian. Tutti questi eminenti pareri di esperti di cinema non fanno che accrescere l'attesa negli appassionati del genere per l'esordio in tutto il mondo di questo film, che potrebbe battere qualche record di spettatori e d'incasso.

Già i primi due, "Lo Hobbit - Un viaggio inaspettato" del 2012 e "Lo Hobbit - La desolazione di Smaug" del 2013 avevano avuto risonanza mondiale e si erano attestati nelle prime posizioni, sia come incassi che come spettatori, delle classifiche dei film di sempre. Ovviamente tutto era cominciato con la trilogia "Il Signore degli anelli - La compagnia dell'Anello" del 2001, "Il Signore degli anelli - Le due Torri" del 2002 e "Il Signore degli anelli - Il ritorno del Re" del 2003.

I migliori video del giorno

La trama dell'ultimo capitolo narra del tentativo della Compagnia di Nani, guidata da Thorin Scudodiquercia con Lo Hobbit Bilbo Baggings, di riconquistare la loro terra sottratta loro dal Drago Smaug. Tutto ciò fa molto arrabbiare il drago che cerca di distruggere gli abitanti di Pontelagolungo mentre nella fortezza dov'è imprigionato il Mago Gandalf si forma un esercito di Orchi e Mannari guidati da Sauron, pronti alla battaglia sulla Montagna Solitaria. Thorin vuole recuperare a tutti i costi il Tesoro di Erebor, ma hanno lo stesso obbiettivo gli Elfi di Bosco Atro e gli Uomini del Lago. Però la Terra di Mezzo è in serio pericolo e i tre avversari per la conquista del tesoro devono unire le loro forze per non essere sconfitti e distrutti dalla terrificante armata di Sauron. La battaglia tra le Cinque Armate sarà epica e terrà viva l'attenzione degli spettatori fino alla fine del film e della trilogia di Lo Hobbit.