Ben sei anni di studio, grazie al lavoro accurato di due studiosi, Pietro Marani e M. Teresa Fiorio, che rappresentano i massimi esperti dell'opera leonardesca per una mostra che costituisce l'evento più importante in Italia e che va a cadere quindici giorni prima dell'apertura dell'Expo 2015. L'Italia non poteva offrire occasione migliore, ed il rigore della ricostruzione scientifica dei molteplici percorsi battuti dalla mente di questo genio può essere toccato con mano. La mostra è Organizzata da Skira, Grandi Mostre unitamente a Palazzo Reale ed è suddivisa in dodici sezioni.

  • Il Disegno come fondamento
  • Natura e scienza della Pittura
  • Il paragone delle Arti
  • Il paragone degli Antichi
  • Anatomia, fisiognomica e moti dell'animo
  • Invenzione e Meccanica
  • Il sogno
  • Realtà e Utopia
  • L'Unità del sapere
  • De coelo et mundo :immagini del divino
  • La diffusione e la fortuna: dai leonardeschi al Trattato della Pittura
  • Il Mito

Ma forse i tanti visitatori che si recheranno in visita rimarranno abbacinati dalla bellezza delle opere. Sono circa una ventina i quadri di Leonardo presenti nel mondo e qui, nelle sale di Palazzo Reale, si potranno ammirare tre opere provenienti dal Louvre: Belle Ferroniere, l'Annunciazione, il San Giovanni Battista; la Madonna Dreyfuss dalla National Gallery di Washington; il San Gerolamo dei Musei Vaticani; La Scapigliata dalla Galleria Nazionale di Parma; il ritratto del musico dell'Ambrosiana.

Ma accanto a tali dipinti, per ricostruire il contesto storico-culturale, si potranno ammirare i dipinti del Botticelli, Paolo Uccello, il Ghirlandaio, Verrocchio, Antonio e Pietro del Pollaiolo, Jean van Eyck.

Tutto ciò non basta, perchè essendo Leonardo un genio rinascimentale la sua mente si è anche occupata di questioni tecniche ed ingegneristiche, ed ecco in mostra opere provenienti dal Museo della Scienza e della Tecnica come il carro automotore, il maglio battiloro, il telaio meccanico. Oltre a ciò cento disegni autografi e codici originali.

Insomma il meglio della sua molteplice attività, per ricordare comunque che il sapere scientifico, lo studio dell'anatomia e della scienza medica sono nati con quest'uomo, e con tutti coloro che hanno iniziato a vivisezionare i cadaveri e a disegnare il corpo umano. Per questo pittura sublime, disegno e scienza hanno poi cominciato a camminare parallelamente. Per finire un esperimento di realtà immersiva in 3D per calarsi virtualmente dentro l'Ultima Cena. Uno spettacolo nello spettacolo.