"L'arte dell'improvvisazione è una cosa molto impegnativa per ogni cantadori, per ogni poeta, è come se qualcuno avesse qualcosa in mano e cercasse di modellarla con l'intelletto, con la sua cultura, con l'abilità nel fare rime proprie nel canto a s'arrepentina e de mutetus, io e tutti i compagni che stanno facendo il mio stesso percorso, con i quali sto imparando, vorremo che quest'arte non morisse mai, che restasse viva, che resti viva, vorremo fare in modo che questa cosa non muoia mai, perché è una delle cose più belle che si possono trovare nel mondo!" Con queste parole ha inizio il documentario Arrepentina del dott.

Marco Lutzu (soggetto Ignazio Murru) che sarà presentato dal Comune di San Nicolò d'Arcidano il 13 marzo 2015, non nuovo alle gare di questa tipologia di poesia improvvisata alle quali partecipano numerosi giovani poeti cantadoris.

San Nicolò d'Arcidano presenta "Arrepentina"

Prevista per la giornata del 13 marzo 2015 alle ore 18:00 la presentazione del documentario Arrepentina presso la Sala conferenze di viale Repubblica in San Nicolò d'Arcidano. In programma i saluti del sindaco Emanuele Cera e delle autorità presenti, di seguito la presentazione del dott. Marco Lutzu e del dott. Ignazio Murru autori del documentario. Alla manifestazione saranno presenti Giampaolo Nuscis, protagonista del lavoro, e la famiglia di Antoni Murgia, famoso cantadori a s'arrepentina di San Nicolò d'Arcidano. L'obiettivo finale è quello di diffondere la conoscenza della particolare forma di poesia in musica improvvisata nella variante linguistica campidanese e, per meglio rispondere a tale esigenza, il documentario Arrepentina è stato prodotto in italiano e sardo campidanese con sottotitoli in italiano e inglese.



Il documentario dell'etnomusicologo Marco Lutzu è stato realizzato per conto del comune di San Nicolò d'Arcidano nell'ambito del progetto "Pepinu Ghiani e Antoni Murgia", due cantadoris che contribuirono alla conoscenza della storia e della cultura sarda attraverso il canto a s'arrepentina, con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna. E il soggetto del documentario, ideato dal dott. Lutzu e Ignazio Murru, etnomusicologo, insegnante e studioso de s'arrepentina, bene persegue tale obiettivo. È inoltre di poche settimane fa la presentazione de l'Arrepentina presso l'Università del Monreale in San Gavino, dove il dott. Lutzu ha tenuto una interessante lezione sulle modalità di creazione della poesia improvvisata, mettendo in evidenza la complessa struttura di rime, forma e metrica, dove il tempo della creazione del testo e dell'esposizione coincidono.

Documentario arrepentina: autori, protagonisti, trama

Poliziotto di professione, ma amante della vita di campagna, Giampaolo è fin da piccolo affascinato da s'arrepentina, che diventa una vera e propria passione, coltivata nel perfetto equilibrio dello studio delle forme metriche e la raccolta delle dichiarazioni che gli stessi protagonisti della particolare forma di poesia improvvisata possono regalarci.

Le gare poetiche, le esibizioni sul palco e l'invito a partecipare ad alcuni eventi privati in cui i cantadoris si riuniscono per creare delle arrepentine sono dei momenti preziosi e unici per scoprire, riscoprire e valorizzare una forma di arte che in questi anni, dopo essere stata a torto abbandonata, ha riacquistato il suo ruolo cardine nella poesia estemporanea della Sardegna.

Per chi volesse avere qualche anticipazione del documentario Arrepentina, può anche visualizzare il breve trailer: https://www.youtube.com/watch?v=H_OjT7YnBp0



Documentario Arrepentina dell'etnomusicologo Marco Lutzu, docente nella Scuola di Etnomusicologia del Conservatorio di Cagliari;

soggetto: Marco Lutzu e Ignazio Murru, etnomusicologo;

protagonista: Giampaolo Nuscis, giovane poeta di arrepentina e conoscitore di tutte le forme di poesia estemporanea sarda;

fotografia e riprese: Marco Lutzu e Andrea Lotta;

audio in presa diretta e post produzione audio: Marco Lutzu;

montaggio: Marco Lutzu con la collaborazione di Andrea Lotta;

color correction: Andrea Lotta;

sottotitoli: Ignazio Murru e Richard Lisle.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!