Torna Errichetta Festival, la grande kermesse che chiama a raccolta i grandi maestri della Musica balcanica e mediorientale. La settima edizione è prevista dal 13 al 15 gennaio 2017 al Teatro Italia di Roma, in via Bari 18, a pochi passi da piazza Bologna. Domenica 15 gennaio sono previsti workshop, proiezioni e concerti in diverse location di Roma [VIDEO].

Gli artisti del festival

Errichetta Festival è un luogo di confluenze, di accoppiamenti inaspettati, un laboratorio di alchimie durature, un evento artistico accessibile a un grande pubblico eterogeneo. Giunto alla settima edizione, non ha perso quella sua caratteristica di laboratorio in divenire, pensato per chi la musica la sente come elemento imprescindibile della propria esistenza.

Musicisti provenienti da paesi come Iran, Grecia, Moldavia, Siria, Nuova Zelanda, Bulgaria e Georgia, si incontrano sullo stesso palco per far conoscere e condividere le tradizioni popolari dei loro paesi d'origine.

Gli artisti della settima edizione sono di grandissimo livello. Tra di loro troviamo musicisti del calibro di Sokratis Sinopoulos, ambasciatore della musica greco-ottomana nel mondo. Dall'Iran è prevista l'esibizione del maestro Mohammad Motamedi, cantante e suonatore di ney, antichissimo flauto con circa 5 mila anni di storia. Dal villaggio di Mikava in Georgia è prevista l'esibizione dell'Ensemble Lali, capitanata dalla straordinaria musicista Nineli Gvinjilia, dedita a cantare in Megreliano, una lingua che l'Unesco ha identificato a rischio, per l'esiguità delle persone che la parlano.

I migliori video del giorno

Questi sono solo alcuni dei nomi che si esibiranno al festival. Prevista anche l'esibizione di: Evgenios Voulgaris, James Wylie's Lost Cities Ensemble con Ziad Rajab, Marin Bunea's Lautar Ensemble con Petar Ralchev & Hayden Chisholm.

Non solo concerti ma anche workshop e incontri

Come tradizione vuole, intorno al festival si condensano tante iniziative di diverso genere. Il giorno prima del festival è prevista un'iniziativa presso Radio3, mentre la domenica ci sono i consueti workshop aperti al pubblico. Inoltre è in programma la proiezione del documentario "The Dazzling Light of Sunset" di Salome Jashi al Cinema Trevi presso la Cineteca Nazionale. Gli organizzatori hanno previsto anche diversi incontri nelle scuole della capitale.