'Salvador Dalì' è la traccia numero cinque nella tracklist di Santeria, l'album di Marracash e Guè Pequeno uscito a giugno 2016, che assieme ad Hellvisback di Salmo può essere considerato a pieno titolo come il disco dell'anno, almeno per quanto riguarda il panorama hip hop.

Il brano è stato prodotto da Charlie Charles, il più quotato tra i produttori della cosiddetta nuova scuola del rap italiano, ed è stato sin da subito uno dei più apprezzati dell' album, riuscendo a guadagnarsi nei giorni scorsi la certificazione per il singolo di platino assegnata dalla FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana).

La genesi del pezzo

'Ti dico la verità guarda..

è arrivata da una linea melodica, inizialmente diceva 'illegali' o qualcosa del genere. Poi ci sembrava troppo banale, allora abbiamo cambiato questa cosa di 'illegali' con 'Salvador Dalì', pure se non c'era l'accento. Poi abbiamo pensato suonasse bene e che in effetti Salvador Dalì aveva questa eccentricità, una leggera somiglianza con quella che può essere l'estetica Hip Hop, perché era uno che aveva tutte le cose d'oro, era pieno di donne, anche se aveva una sessualità magari ambigua, però aveva questa appariscenza, questa cosa un po' da pappone alla Snoop (ndr snoop dogg). [..] Alla fine abbiamo trovato una giustificazione se vuoi, un anello di congiunzione tra l'artista e il fare una canzone hip hop. Visto come l'ho spiegato bene ?'

Con queste parole Guè Pequeno ha spiegato la Genesi di 'Salvador Dalì' durante un'intervista rilasciata nei giorni scorsi ai microfoni di RTL assieme a Marracash.

I migliori video del giorno

Santeria, in arrivo il tour

Durante la chiacchierata fatta negli studi di RTL, i due autori del disco hanno avuto modo di fornire anche qualche delucidazione sul tour che a partire dai primi mesi del 2017 toccherà molte fra le principali città dello stivale. Marracash e Gué Pequeno proporranno uno spettacolo del tutto innovativo per quanto riguarda il panorama rap italiano, uno show – nel quale verrà data notevole importanza all'aspetto visivo – che i due rapper hanno descritto come un evento 'Molto teatrale, quasi un musical'.