2

E' un cantante italiano del genere "dance elettronica". Promuovendosi su Youtube, ha superato i 100 milioni di visualizzazioni per il video del singolo "Andiamo a comandare", pubblicato il 28 febbraio 2016 sui social network.

Cresciuto nel quartiere milanese di Lambrate, si è fatto conoscere sul web attraverso i propri profili su Facebook, Instagram e Youtube ed i suoi video sono diventati presto virali. Ha dichiarato di non vedere mai la televisione e di guardare tutto su internet.

Il suo primo singolo è stato "Andiamo a comandare" ed ha subito spopolato

In seguito alla popolarità raggiunta sul web, il singolo "Andiamo a comandare" viene pubblicato sulle piattaforme di streaming dall'etichetta discografica Newtopia.

Subito trasmesso da diversi network radiofonici nazionali diventa un tormentone nell'estate 2016 che non accenna ancora a diminuire, diventando virale anche tra le schiere dei bambini e di questo si dichiara contento.

Sorrisi e canzoni Tv racconta che, abbandonati gli studi artistici, Rovazzi ha iniziato a coltivare la passione per il videomaking da autodidatta, pubblicando sui social i suoi lavori. Trovandosi in contato con il modo del clubbing è riuscito a fondere un certo umorismo nonsense con i beat elettronici.

Ecco il suo video ufficiale con il record di visualizzazioni

L'ultimo dato riporta più di 114.000.000 di visualizzazioni sul canale YouTube. Un mese fa ha voluto ringraziare direttamente i suoi fan dicendo "100.000.000 incredibile! Grazie a tutti :D"

Di seguito anche un estratto del testo:

"Non so se son pazzo o sono un genio, faccio i miei selfie mossi alla Guè Pequeno

Non mi fumo canne, sono anche astemio, io non faccio brutto ma...

I migliori video del giorno

Col trattore in tangenziale andiamo a comandare, scatto foto col mio cane andiamo a comandare

in ciabatte nel locale andiamo a comandare, sboccio acqua minerale.

Ho un problema nella testa funziona a metà ogni tanto parte un suono che fa...

E ho la testa che gira, come il kebab".

Puoi seguire le novità cliccando "Segui" in alto.