Torna "Parole magiche", il Premio letterario dedicato alla poesia e alla narrativa italiana organizzato dalla casa editrice Flower-Ed. Il concorso è aperto a tutti gli scrittori italiani affermati ed emergenti, che possono accedere alla gara in veste di poeti o di scrittori di romanzi.

Chi partecipa

I poeti possono partecipare con un massimo di tre componimenti inediti, in lingua italiana e senza limite di battute. Ogni poesia, per ognuna delle quali è richiesto un titolo, è a tema libero. Anche per la sezione narrativa, dedicata ai romanzi, è necessario che il testo sia titolato. Gli scrittori potranno partecipare con un solo manoscritto senza limite di lunghezza.

I premi

In premio la pubblicazione cartacea e digitale dei testi vincitori (non è richiesto alcun contributo economico da parte dello scrittore). Nel caso delle poesie, ci sarà la possibilità di pubblicare un'intera raccolta; mentre per la sezione narrativa, il vincitore avrà diritto a pubblicare il proprio romanzo con contratto di edizione, anche in questo caso, senza che venga richiesto alcun contributo. Il libro sarà inserito nella collana Il Grimorio o Il Vaso di Pandora, a seconda del genere.

Come partecipare

Per accedere al concorso, basterà inviare il proprio manoscritto al contatto email manoscritti@flower-ed.it entro e non oltre il 10 maggio 2017. Oltre al testo, è richiesta una breve nota biografica dell'autore e una dichiarazione di originalità dei contenuti. Come per tutti i concorsi, è necessario versare una quota di partecipazione parti a 15€.

I migliori video del giorno

I testi premiati lo scorso anno si distinsero per originalità dei contenuti ed esemplare utilizzo della lingua italiana. Durante la prima edizione Alessandro Corbetta vinse il premio della sezione poesia, con i testi "All'architetto", "Sulla Soglia", "Il profumo del pane". Rosanna Spinazzola vinse il premio della sezione narrativa con il romanzo "Canterà il gallo".

Grazie a concorsi come questi, gli scrittori possono ancora credere che la realizzazione del loro sogno letterario sia possibile.