Firenze torna al centro dell'attenzione degli amanti dell'arte con la nuova mostra di Palazzo Strozzi, dopo un tanto discusso periodo di Arte contemporanea arrivato al suo apice con la provocatoria esposizione di Ai Weiwei e i suoi "gommoni" appesi sulle pareti dell'antico palazzo. Adesso torniamo invece al classico, visto che nell'aprile del 1940 la Mostra del Cinquecento Toscano inaugurò Palazzo Strozzi come spazio espositivo. Successivamente, nel 1980, Il Primato del Disegno, sempre tenuta nelle stesse sale, torna a trattare lo stesso argomento, l'altissima quantità e qualità di opere d'arte create nella Toscana del '500. Argomento trattato poi dalla Fondazione Palazzo Strozzi ben altre volte e, essendo tornata nuovamente e con nostro grande piacere a ribadire la cosa, questa volta ha fatto le cose in grande.

Ultima di un ciclo di tre mostre

Tre sono state le mostre dedicate, quasi fosse una celebrazione della inaugurazione dello spazio espositivo, al periodo in questione. La prima del 2010 con Bronzino, la seconda nel 2014 con Pontormo e Rosso Fiorentino, l'ultima mostra vuole dare una visione di una stagione unica per la storia dell'arte elevata a tale grandezza dalla figura di Francesco I° De'Medici, geniale mecenate del periodo.Quarantuno sono gli artisti rappresentati per un totale di 70 opere elegantemente disposte nelle sale del Palazzo Strozzi, grazie anche alla partecipazione della Diocesi Fiorentina nella organizzazione. Assolutamente da segnalare che ben 17 delle opere in mostra sono state recentemente sottoposte a restauro, frutto anche di una stretta collaborazione tra la fondazione fiorentina e vari istituti, anche a livello internazionale.

I migliori video del giorno

Unici confronti tra artisti

La mostra mette subito in evidenza gli artisti di maggior riferimento del periodo e non solo dagli allievi diretti. Queste opere vengono poi messe in confronto con altre, magari meno conosciute ma non meno importanti, creando accostamenti mai visti prima. Ad esempio è imperdibile quello tra la Deposizione di Santa Felicita del Pontormo e la Deposizione della Croce di Volterra del Rosso Fiorentino. Il visitatore potrà poi perdersi nelle bellezze create da Michelangelo, Giambologna e Vasari, giusto per citarne alcuni. .I prezzi del Palazzo Strozzi restano sempre medio alti ma questa mostra ha un sentore di essere imperdibile e sarà visitabile dino al 21 gennaio 2018. Il palazzo è centrale e facilmente raggiungibile a piedi dalla stazione centrale.