Si apre domani, Sabato 27 gennaio, e andrà avanti fino al 13 Febbraio, uno degli eventi più attesi dell’anno: il Carnevale di Venezia 2018.

La tradizione, è ormai millenaria. Il primo carnevale di cui si ha notizia scritta nel capoluogo veneto, risale al 1094 e il Carnevale di Venezia [VIDEO] diventa ufficialmente festa pubblica nel 1296, con un editto del Senato della Repubblica.

Il 27 gennaio: l’Inaugurazione

Domani, a partire dalle ore 18, si celebrerà l’inaugurazione ufficiale. Una grande parata acquatica partirà da Punta Dogana, si snoderà lungo il Canal Grande per giungere al Rio di Cannareggio che si trasformerà in un grande palcoscenico.

Migliaia di persone accoglieranno l’arrivo del corteo e si potranno degustare i tradizionali dolci del Carnevale.

Data la grande folla prevista, le autorità e gli organizzatori raccomandano di arrivare sempre con largo anticipo nei luoghi dove si svolgeranno le manifestazioni durante tutto il periodo del carnevale.

Questo, non solo per poter avere accesso alle location più affollate ma anche perché la viabilità, sia acquatica che pedonale, potrà subire modifiche causando ritardi se non ci si organizza per tempo.

Carnevale di Venezia: gli eventi principali dal 3 al 13 febbraio

Dal 3 al 13 febbraio, Venezia e Mestre si trasformeranno in un grande circo. Gli spettacoli vedranno protagoniste alcune scenografie de “La strada”, celebre film di Federico Fellini.

Artisti e acrobati appartenenti alla nota compagnia “Circo Togni” prenderanno parte a uno spettacolo diffuso tra i canali, le piazze, e le calli della Serenissima.

Sempre il 3 febbraio, a piazza San Marco sarà la volta della Festa delle Marie: una delle tradizioni più antiche del Carnevale di Venezia.

La festa ha origine nel IX secolo ed è stata celebrata, nella sua forma tradizionale per oltre 400 anni, prima di essere soppressa nel 1379. In passato, la tradizione prevedeva la benedizione delle giovani coppie che si sarebbero sposate durante l’anno, accompagnate da un corteo di ragazze appartenenti, per lo più, alle classi più povere. Durante l’avvenimento, le giovani avevano la possibilità di sfilare indossando abiti eleganti e ricchi monili prestati, per l’occasione, dalle famiglie più abbienti della città.

La rievocazione storica cui possiamo assistere oggi, è stata ripresa a partire dal 1999. Dodici giovani donne, precedentemente selezionate per la loro bellezza, sfileranno indossando raffinati costumi disegnati dall’Atelier Pietro Longhi e ispirati alla moda Rinascimentale. Le giovani saranno accompagnate da una lunga processione di maschere e artisti.

Il 4 febbraio: il Volo dell’Angelo

Il 4 febbraio si potrà assistere al Volo dell’Angelo, altra antichissima consuetudine del Carnevale di Venezia, nata a metà del Cinquecento, quando un acrobata, probabilmente di origine turca, riuscì a risalire dalla piazza al campanile di San Marco con il solo aiuto di un bilanciere.

Lo spettacolo era conosciuto all’epoca come Lo Svolo del Turco e aveva luogo il Giovedì Grasso; andò avanti per diversi anni e subì numerose varianti e trasformazioni fino alla sua soppressione a causa di un grave incidente. Nel 1759, l’acrobata selezionato per l’occasione, si schiantò rovinosamente al suolo perdendo la vita.

Oggi, della spettacolarità esuberante delle antiche edizioni resta poco. Il Volo dell’Angelo si è trasformato in una manifestazione molto più tranquilla. Quest’anno, il ruolo di Colombina [VIDEO], toccherà alla giovane Elisa Costantini, la “più bella delle Marie” della scorsa edizione, ad essere calata, in tutta sicurezza, dalla torre campanaria di San Marco, a mezzogiorno, indossando il suo costume e regalando sorrisi al pubblico.

L'11 febbraio: il Volo dell’Aquila

L’11 febbraio, al Carnevale di Venezia, andrà in scena il Volo dell’Aquila. Questa è tra le consuetudini più recenti che si sono aggiunte alla kermesse, inserita nel programma a partire dal 2002. L’edizione 2018 del Volo dell’Aquila, vedrà per la prima volta un protagonista maschile: Renzo Rosso, fondatore e proprietario di Diesel.

Il 13 febbraio: la festa di chiusura

Il 13 febbraio, tra gli eventi di chiusura del Carnevale di Venezia 2018 ci sarà l’abituale premiazione della più bella tra le Marie. La vincitrice di quest’anno, arriverà il piazza San Marco scortata da una sfarzosa processione sull’acqua che partirà da San Giacomo dell’Orio.

Chiuderà il Carnevale, lo Svolo del Leon. Un enorme stendardo della Repubblica di Venezia ascenderà piazza San Marco fino al campanile. L’evento sarà accompagnato dalle note dell’Inno di San Marco.