4

La musica dei Gogol Bordello è un'esplosione di colori ed allegria. Definita come "Balkan punk", ma anche "gipsy punk", in riferimento anche all'album del 2005 "Gypsy Punks", la band capitanata da Eugene Hutz è un ensemble multietnico e multiculturale, condizioni che vivono e respirano a pieni polmoni soprattutto nei primi dischi in cui Gogol Bordello, con i violini zigani che si mescolano a percussioni latine e strumenti etnici, ampliano la "geolocalizzazione" del sound.

Nella storia della band, le nazionalità dell'Est Europa si sono spesso mescolate a componenti anglosassoni e nordafricani, per un "melting pot" musicale che mantiene comunque una base punk come identità.

I termini Patchanka e Taranta fanno parte di un genere musicale che amplia i suoi orizzonti [VIDEO] verso artisti come i Mano Negra, Les Negresses Vertes, Manu Chao e Tonino Carotone, mentre in Italia il primo Vinicio Capossela e la Bandabardò sventolano quelle sonorità fortemente contaminate la cui cifra stilistica è riconducibile proprio a quei gruppi che fanno del crossover di generi la propria carta d'identità musicale.

L'ultima volta in Italia nel 2017

I Gogol Bordello tornano, dunque, in Italia, dopo un 2017 che li ha visti protagonisti nel nostro Paese con tre concerti che hanno infuocato lo scorso luglio con le tappe al Pistoia Blues, al Flowers Festival di Collegno in provincia di Torino e all'OWL Festival di Trento, un tris di date in cui hanno promosso il disco uscito proprio lo scorso anno, "Seekers and Finders", un lavoro discografico che fa sentire maggiormente le chitarre perdendo un po' l'aurea balcanica e rafforzando l'impatto punk del suono che conduce all'ascolto dell'album, comunque premiato dai fan della band.

Il ritorno nel 2018

Ad un anno di distanza, Eugene Hutz e soci tornano in Italia [VIDEO], questa volta con una serie live di cinque concerti. Il 18 luglio, i Gogol Bordello approdano in Lombardia, al Villa Arconati Music Festival in quel di Bollate nella provincia milanese. Il giorno dopo, i "Gypsy Punks" saranno presenti all'Orion Arena a Villa Ada-Roma dove incontreranno il mondo, mentre il 20 luglio sarà il momento della Romagna con la rassegna "Sullasabbia" a Bellaria Igea Marina (Rimini). Nemmeno il tempo di posare gli strumenti, ed ecco la data del 21 al Mojotic Festival, in terra ligure, a Sestri Levante (Genova). La quinta ed ultima data italiana per i Gogol Bordello è quella del 22 luglio al Festival di Majano a Udine. I biglietti sono disponibili ed oscillano tra i 23 ed i 25 euro più diritti di prevendita.