Per molto tempo l'Heineken Jammin Festival ed il Pistoia Blues sono stati il punto di riferimento per gli amanti dei grandi concerti con i nomi più prestigiosi della scena rock internazionale e del sound blues. Negli ultimi anni, però, sono nati sulla penisola molti altri eventi che, sommati, rendono l'Italia uno dei punti di grande concentrazione di festival musicali estivi. E' il caso, tra gli altri, del Roma Summer Fest.

Il programma del Roma Summer Fest 2018, come riporta anche il sito "On stage web", è ricchissimo e va a soddisfare un po' tutti i gusti musicali mettendo sul piatto il meglio degli artisti a livello internazionale e combinandoli con i profili italiani più prestigiosi.

Indie rock

La scena indipendente è ben rappresentata con due concerti degli Arctic Monkeys che aprono la rassegna il 26 e 27 maggio e l'abbinamento di altissimo livello con Franz Ferdinand e Mogwai il 10 Luglio.

Classici moderni

Il 22 giugno sale, sul palco capitolino il maggiore dei fratelli Gallagher, Noel, considerato il vero motore creativo degli Oasis oltre che l'anima meno litigiosa della band di Manchester. Sempre dai 90's proviene una delle voci di maggiore richiamo della manifestazione, Alanis Morissette.

La cantante canadese, balzata alla ribalta con canzoni quali "Ironic" e You Oghta Know o la più recente Receive è attesa dalla pubblicazione del nuovo disco in uscita per la fine del 2018 di cui si conosce solo la canzone "Rest" cantata in anteprima dalla songwriter lo scorso 27 ottobre al concerto in ricordo del compianto Chester Bennington, il leader dei Linkin Park. La Morissette si esibirà il 9 luglio.

Classic Rock e sfumature

I nomi inossidabili che il tempo non scolorisce saranno presenti con il proprio libro di storia del rock come Il giorno 10 giugno con l'esibizione della sacerdotessa del rock, Patti Smith, che libererà la sua ispirazione poetica intagliata nelle venature più ruvide della sua personalità e della sua musica, mentre l'ex batterista dei Beatles, Ringo Starr, si esibirà con la sua band l'11 luglio.

Simple Minds (3 luglio), Jetro Tull (19 luglio) e King Crimson (22 e 23 luglio), seppure con tutte le diversità che contraddistinguono le tre formazioni del Regno Unito, si esibiranno con le diverse tonalità di rock con cui hanno dipinto il proprio sound. La band degli Aerosmith sarà impegnata con i propri membri divisi in due progetti musicali come gli Hollywood Vampires l'8 luglio ed il singer Steven Tyler con i suoi Loving Mary Band il 27 luglio. Il giorno dopo viaggia un progetto musicale molto particolare che vede il sodalizio di Sting + Shaggy con l'ex Police a vestire il ruolo di una delle icone del rock britannico, mentre per Caetano Veloso il momento della musica si accende il 21 luglio.

Voci italiane, classica e Jazz

Gli orizzonti musicali che tocca il Roma Summer Fest sono molteplici, ma non potevano mancare esponenti della musica italiana come il Principe, Francesco De Gregori (7 luglio), Luca Barbarossa ed Alex Britti tra gli altri. La chiusura della manifestazione è affidata al combact folk toscano dei Bandabardò il primo giorno di agosto. Ecco gli altri nomi:

  • 17 giugno: Orchestraccia LP + Tom Walker
  • 28 giugno: Ambrogio Sparagna + Opi
  • 05 luglio: Stefano Bollani Igudesman & Joo
  • 07 luglio: Snarky Puppy
  • 12 luglio: Ezio Bosso
  • 14 luglio: Chick Corea Akoustic Band
  • 16 luglio: Stefano Bollani – Que Bom
  • 17 luglio: James Blunt
  • 18 luglio: Orff – Carmina Burana
  • 20 luglio: Pat Metheny

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto