L'edizione online di 'Rivista Studio' ha pubblicato il 27 dicembre 2019 un'intervista a Marracash, ricca di spunti e molto varia nei temi. Argomento centrale della chiacchierata ovviamente l'ultimo fortunatissimo album del King Del Rap, 'Persona', capace di ottenere il disco d'oro già ad una sola settimana dall'uscita, ed il platino in meno di un mese.

Un successo sicuramente auspicabile – Marracash, di fatto, non è mai stato protagonista di un vero e proprio flop a livello discografico – ma tutt'altro che scontato, dato che il rapper della Barona mancava dalle scene da oltre tre anni, per la precisione dal giugno 2016, periodo della pubblicazione di 'Santeria', l'album realizzato in coppia assieme all'amico e collega Gué Pequeno.

La lunga attesa e lo scetticismo di una parte del pubblico e degli addetti ai lavori: 'Non so quanto la mia etichetta credesse in me'

Prendendo però in considerazione soltanto i lavori solisti gli anni di attesa diventano quasi cinque, dato che la pubblicazione di 'Status', penultima fatica discografica solista di Marracash, risale al gennaio del 2015, mentre 'Persona' è disponibile dal 31 ottobre 2019.

Chi segue costantemente la scena rap italiana sa bene quanto fosse concreto lo scetticismo di una parte del pubblico e di alcuni addetti ai lavori nel corso degli ultimi anni, sempre più tangibile mano mano che il tempo passava, le richieste dei fan si facevano più insistenti, ma Marracash continuava a non fornire alcun genere di informazione concreta sul disco.

Una percezione che è lo stesso artista a confermare: "La possibilità che fossi veramente finito c'era sul serio, in tanti mi davano per spacciato, e a dirla tutta non so neanche quanto la mia etichetta credesse effettivamente in me".

Marracash commenta il successo di 'Persona': 'C'era sicuramente un vuoto'

E invece 'Persona' è stato un successo: è ancora presto per dirlo, ma non ci sarà da stupirsi se tra qualche mese potremo parlare del più grande risultato, almeno in termini discografici, ottenuto in carriera da Marracash, che nel frattempo ha già fatto registrare un triplo sold out al forum di Milano per i concerti della prossima primavera, rendendo necessaria l'apertura di una quarta data.

Interpellato sui motivi di tanto successo il rapper classe 1979 ha risposto con queste parole: "C'era sicuramente un vuoto, era dal disco di Salmo, pubblicato un anno fa (Marracash si riferisce quindi a 'Palylist', pubblicato nel novembre del 2018) che non c’era un'uscita importante".

'Non avevo più niente da perdere'

Ulteriormente incalzato dall'intervistatore, Marracash ha però aggiunto altri dettagli su quelli che secondo lui sarebbero i motivi alla base del successo di 'Persona', spiegando le peculiarità di un disco figlio di una profonda depressione, nonché di una travagliata relazione sentimentale, ben raccontata nel brano 'Crudelia' ma anche nel corso dell'intervista, durante cui il rapper ha dichiarato di aver subito, oltre ai ripetuti tradimenti, alcune vere e proprie forme di violenza psicologica.

"Persona è diverso da tutto – ha spiegato l'artista classe 1979 – perché è figlio del fatto che non me ne fregava nulla. Non avevo niente da perdere, ormai avevo tirato la corda così tanto che l'album è diventato da solo ciò che avevo bisogno di dire. Ho concepito 'Persona' in un periodo così assurdo che credevo seriamente fosse il mio debutto. Mi sono approcciato alla musica in modo vero, non ho guardato cosa stavano facendo gli altri (i colleghi, ndr). E' per questo che si sta avvicinando molta gente nuova, per me è un nuovo inizio".

Segui la pagina Rap
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!