Fa il giro del mondo, si diverte, incontra tante ragazze e non paga un centesimo. Il segreto di Anthony Botta è semplice: usare #tinder per prenotare non solo una serata romantica ma anche ospitalità per la notte. Il 25enne belga quando parla di sé si definisce il “tindsurfer numero uno” del mondo ed è pronto a svelare i suoi trucchi.

Risparmiare sull’alloggio grazie a Tinder è facile a patto di installare l’app Tinder Plus che permette di fissare appuntamenti anche con persone residenti in paesi lontani. Grazie a questo trucco e non solo, Anthony Botta ha preso appuntamenti galanti anche con mesi di anticipo riuscendo a girare mezza Europa a costo zero.

'Viaggio per il mondo gratis grazie a Tinder'

Un tempo c'era il couchsurfing, il modo più semplice per saltare da un divano all'altro senza spendere soldi. Oggi che le app di dating sono sempre più usate, i più attenti si sono aggiornati e hanno deciso di unire l'utile al dilettevole.

Grazie al suo aspetto fisico, ma soprattutto alla sua furbizia, Anthony Botta è riuscito a visitare #gratis otto paesi e 20 città in tutta Europa, ma il suo obiettivo è ambizioso dato che coltiva il sogno di fare un viaggio in Nuova Zelanda. Finora è arrivato a quota 3000 incontri ma il suo percorso è ancora lungo.

L’idea è nata al primo anno di università, quando il Tindersurfer ha deciso di provare qualcosa di nuovo durante l’estate. In quell’occasione, ha deciso di cercare sulla famosa app di incontri le donne dai 22 e 45 anni e farsi ospitare gratuitamente.

In questo modo, Anthony ha cercato di estendere al massimo le sue possibilità di conoscere ragazze disposte ad ospitarlo gratuitamente. Così ha inventato un modo nuovo e bizzarro per unire il romanticismo al risparmio a tutti i costi.

Il comportamento di Anthony non è sempre ben visto dai suoi “match” su Tinder, ovvero dalle ragazze che accettano di entrare in contatto sulla chat di appuntamenti. Circa la metà delle donne contattate, infatti, ha insultato il 25enne e l’ha bloccato.

Tuttavia, il consiglio più importante che Anthony sente di dare a chi vuole intraprendere il suo stile di vita è semplice e lo ha rivelato a Newshub: “Basta essere educati”. Anche perché, contattando tante ragazze diverse, il Tindersurfer ha ricevuto le risposte più incredibili e disparate: “No, vivo col mio ragazzo”, oppure “No, vivo coi miei genitori”. In questi casi, la buona educazione serve a salvare la faccia non solo a chi contatta ma anche a chi è contattato.