È stato appena pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana il decreto del Ministero del Lavoro del 20 settembre 2017 che contiene le norme di attuazione della Carta famiglia 2018, una speciale forma di sostegno al reddito [VIDEO]che era stata introdotta nel nostro ordinamento addirittura due anni fa dalla Legge di Stabilità del 2016. Vediamo, quindi, di capire meglio di cosa si tratta, come possono richiederla le famiglie e a quali agevolazioni e sconti dà diritto.

I beneficiari

La Carta Famiglia 2018 può essere richiesta, essenzialmente, dalle famiglie numerose. È, infatti, necessario, tra le altre cose, che all'interno del nucleo familiare siano presenti almeno tre componenti minori di età.

Inoltre, per avere accesso alla Carta, il nucleo familiare deve avere un Isee non superiore, nel complesso, a 30 mila euro.

La Carta Famiglia 2018 può essere richiesta al proprio Comune di Residenza presentando la documentazione attestante il reddito del proprio nucleo familiare che, ribadiamo, non deve superare i 30 mila euro lordi in base all'Isee. Occorre tenere presente che per il materiale rilascio della carta è necessario pagare I costi di emissione.

Le caratteristiche e la validità della Carta

La Carta ha una validità di due anni e deve, obbligatoriamente, contenere questi elementi caratteristici: un numero progressivo, sul retro lo stemma o logo del Comune emittente, nome e cognome e codice fiscale dell'intestatario, luogo e data di emissione.

Per poter usufruire delle agevolazioni e degli sconti cui la Carta da diritto è sempre necessario esibirla all'atto del pagamento unitamente ad un documento di identità in corso di validità all'esercente convenzionato.

Quali servizi e prodotti è possibile acquistare con la Carta

La Carta Famiglia permettere di acquistare a prezzi scontati tutta una serie di beni di prima necessità e non solo. Infatti, è possibile utilizzarla, oltre che per le quotidiane spese alimentari e relative all'igiene domestica, anche per l'acquisto dei libri scolastici, oppure per pagare le utenze di acqua, luce e gas. La si può usare anche per pagare il conto in pizzeria o per acquistare i farmaci necessari. E altro ancora.

Comunque, gli sconti applicati sono decisi dal fornitore del servizio o bene. Se, invece, ci troviamo in un esercizio convenzionato questo presenterà due tipi di bollini a seconda del tipo di sconto concesso ai titolari della Carta. Il primo tipo di bollino riporta la dicitura Amico della Famiglia. Questo indica che i titolari della Carta hanno diritto ad uno sconto del 5% o superiore. Se invece il bollino esposto riporta la dicitura Sostenitore della Famiglia, si ha diritto a sconti o agevolazioni [VIDEO]di minimo il 20%. Infine, dovrebbe essere presto disponibile un sito internet dedicato alla Carta Famiglia in cui è possibile consultare l'elenco di tutti gli esercizi convenzionati.