Mercoledì 8 gennaio, il senatore della Lega Alberto Bagnai ha pubblicato su Twitter una lettera che la Bce il 16 dicembre ha inviato ai Presidenti di Camera e Senato e al ministro dell'Economia Roberto Gualtieri.

L'esponente del Carroccio nel suo tweet ha criticato l'introduzione da parte del governo dell'abbassamento del tetto al contante (da 3.000 a 2.000 euro a partire dal 1° luglio) che al contempo pare abbia suscitato una serie di perplessità anche da parte della Banca Centrale Europea.

Bagnai: 'Il parere (non richiesto e non rispettato) sui limiti all'utilizzo del contante'

Alberto Bagnai ha rivelato dell'esistenza di una lettera "segreta" che la Bce avrebbe inviato al Governo italiano, in particolare al ministro dell'Economia, in merito ai limiti sull'utilizzo del contante.

Il senatore fiorentino ha sottolineato un certo disappunto da parte dell'ente per non essere stato consultato sul decreto legge 124 del 26 ottobre 2019 coordinato con la legge di conversione del 19 dicembre. Dalle pagine postate su Twitter, si notano anche diversi dubbi sull'introduzione del limite all'utilizzo del contante, uno dei cavalli di battaglia della maggioranza giallorossa per contrastare l'evasione fiscale.

A tal proposito, Bagnai ha riportato che proprio la Bce ritiene che il governo dovrebbe dimostrare che queste limitazioni siano realmente in grado di ottenere i risultati prefissati. Non solo, la possibilità di effettuare pagamenti in contanti è spesso fondamentale per alcune classi sociali come anziani e meno abbienti che, per vari motivi legittimi, preferiscono ricorrere alle classiche banconote piuttosto che ad altre modalità di pagamento.

Il cash non consente l'imposizione delle tariffe rispetto ai versamenti elettronici, e soprattutto permette l'inclusione di tutta la popolazione nell'economia.

Nelle battute conclusive del suo intervento su Twitter, il senatore della Lega ha riportato anche il caso greco e quello spagnolo. La Grecia aveva previsto un tetto massimo di 500 euro, una cifra sproporzionata alla luce delle possibili ripercussioni negative sulla società.

Per quanto concerne la Spagna, invece, aveva pensato ad un limite massimo di 1.000 euro per operazioni di carattere commerciale (negozi) e prestazioni professionali. Anche in questo caso, la Bce ha raccomandato ad entrambi i Paesi un aumento della soglia al contante.

Le reazione di Giorgia Meloni: 'Il limite al contante è un macroscopico errore'

Dopo la pubblicazione da parte di Bagnai della lettera della Bce, è intervenuta Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia, la quale su Twitter ha affermato che il testo dà ragione al suo partito, definendo il tetto al contante "un macroscopico errore". Inoltre ha lanciato un appello al governo affinché chieda scusa, faccia un passo indietro e la smetta di favorire le banche, non tartassi più le Partite Iva e si concentri maggiormente sulla grande evasione.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!