Pagare con bancomat o carta di credito a Natale potrebbe essere vantaggioso. Il dato emerge dall'ipotesi sempre più concreta che si possa mettere in campo una misura 'cashback'. L'idea del governo avrebbe una convergenza di obiettivi. Quella di incentivare i consumi da una parte in vista di un Natale di fondamentale importanza dopo un anno molto complicato per l'economia e dall'altra di promuovere i pagamenti elettronici. In Europa, su ventisette nazioni, solo in cinque ne contano meno: Ungheria, Croazia, Grecia, Romania e Bulgaria.

Cashback Natale: accredito su conto corrente

Incentivare i pagamenti elettronici equivale a contrastare in maniera significativa l'evasione fiscale.

Con il termine cashback si intende una possibile restituzione di liquidità sul proprio conto corrente, nel momento in cui si vanno a compiere un tot di operazioni attraverso i pagamenti con carta di credito o bancomat. Secondo le prime indiscrezioni, l'ipotesi al vaglio del governo prevede un cashback del 10% rispetto alla spesa effettuata. Il tetto massimo sarebbe di 150 euro.

Cashback: come funziona? Probabilmente con App 'Io'

In un certo senso si tratta di un metodo già previsto per il Piano Italia Cashless. Il rimborso di Natale vale per chi nel mese di dicembre farà almeno dieci acquisti ed il premio acquisito sarà aggiuntivo a quelli già previsti per chi prende l'impegno di pagare alla cassa con bancomat, carta di credito o app. Il riferimento è a tutte quelle transazioni che, attraverso un'altra misura, consentono di avere indietro fino a 3300 euro per semestre con i pagamenti elettronici pagati nell'arco di un semestre.

In quel caso si ha diritto a 300 euro di cashback ogni sei mesi, a cui si aggiunge il premio di 3000 euro (supercashback) che viene destinato ai cittadini che utilizzeranno più degli altri la moneta elettronica. La prima assegnazione del super premio sarà a maggio 2021.

Il termine cassa, intesa come macchina fisica, non è casuale. La motivazione sta nel fatto che il cashback riguarderebbe unicamente gli acquisti fatti nei negozi fisici.

Riguardo al cashback natalizio si è in attesa di avere la definizione della misura e i dettagli per partecipare. Nel caso del Piano Italia Cashless per aderire all'iniziativa occorre registrarsi attraverso l'app "Io", disponibile in tutti gli store. Lì viene indicato il proprio Iban attraverso cui si potrà ottenere il rimborso. Probabile che si utilizzi la stessa procedura.

Il provvedimento è solo una delle misure che il governo sta pensando di mettere in atto in vista del Natale. Nei giorni scorsi, ad esempio, è emerso che sarebbe idea del presidente Giuseppe Conte offrire un di 500 euro a quei lavoratori che siano stati almeno otto settimane in cassa integrazione. Su questo provvedimento, al momento, si registra una certa divisione nell'ala governativa e sembra molto meno vicino alla meta di quanto non lo sia il bonus cashback natalizio.

Segui la pagina Affari E Finanza
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!