La maggioranza degli Italiani è favorevole ad uscire dall'Euro: lo dice l'ultimo sondaggio realizzato da Datamedia Ricerche commissionato dal quotidiano Il Tempo.

Secondo l'istituto diretto da Natascia Turato il 58,1% degli intervistati ritiene che uscire dall'Euro conviene e che la possibilità di un ritorno a stampare moneta è un fatto positivo per il Paese. Le rilevazioni sono recenti, essendo state effettuate nei giorni che vanno dal 21 al 24 marzo 2014 sulla base di un campione di 1000 intervistati e tramite la metodologia Cati.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale M5S

L'impressione di Datamedia pare essere verosimile visti gli ultimi sondaggi politici elettorali che danno in forte crescita il Movimento Cinque Stelle e, in misura minore, le forze che sostengono l'uscita dall'Euro.

Lo stesso Beppe Grillo, nell'annunciare il programma per le elezioni europee del maggio 2014 ha dichiarato che uno dei punti sarà proprio quello di proporre un referendum per decidere se uscire dall'Euro e tornare alla Lira, evidenziando la necessità che le conseguenze dell'addio alla moneta unica sarebbero comunque illustrate da economisti di vari orientamenti, affinchè gli elettori possano decidere consapevolmente.

Prima di un passaggio così importante bisognerà ad ogni modo analizzare e capire cosa comporta l'addio a progetto della moneta unica europea, i pro ed i contro di una scelta epocale ma che comunque sembra essere legittimata dalla maggioranza dei cittadini. E se la democrazia è il governo del popolo, non si capisce perché debba continuare a restare un tabù.