Aspre critiche dell'Unione Europea al Ministro dell'Economia tedesco Sigmar Gabriel (SPD). In particolare il Presidente del Gruppo Bancario e della Commissione delle Finanze del Bundestag Hans Michelbach (CSU) , ha respinto come "del tutto controproducenti" i commenti del Ministro tedesco.

"Il Ministro dell'Economia ha il compito di promuovere la piazza economica tedesca - ha sottolineato Michelbach nel corso di una intervista al quotidiano  "Handelsblatt" - e non di parlare male dei singoli membri che ne fanno parte." E ha aggiunto: "La Germania ha bisogno della Deutsche Bank come forza trainante che soddisfa le esigenze di una nazione la cui economia ha nel settore delle esportazioni il suo fulcro e il suo cardine".

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Lega Nord

Con lo stesso tono si sono espressi pure gli altri membri dell'Unione.

Il leader SPD e Vice Cancelliere Gabriel aveva dichiarato durante la sua visita in Iran domenica: "Non so se ridere o essere arrabbiato per il fatto che la banca che ha fatto della speculazione sfrenata il suo modello di business, e ora si dichiara vittima degli speculatori .

"Inoltre.:..- aveva concluso - sono molto preoccupato per le persone che lavorano presso la Deutsche Bank ".

I dati parlano chiaro

Statistiche alla mano, difficile dargli torto. Sono state ben 50 negli ultimi mesi le filiali che hanno chiuso i battenti nella sola Berlino, 250 in totale nel territorio europeo. Il taglio di 9000 dipendenti, poi, nella scorsa stagione e 7800 cause in corso rappresentano senza dubbio dati allarmanti.

In precedenza il fondatore della  Banca tedesca John Cryan aveva indicato le operazioni azzardate di alcuni speculatori come responsabili del crollo in Borsa delle azioni Deutsche Bank L'intenzione era sicuramente quella di indebolire la fiducia nell'istituzione, aveva detto in sintesi Cyran. L'impatto dei bassi tassi di interesse e le regole sempre più soffocanti delle autorità di vigilanza avrebbero influito pesantemente sull'operato del noto Istituto di credito.

I migliori video del giorno

Sempre nuove speculazioni sul deficit di capitale e la notizia di un possibile intervento del governo avevano infine determinato nelle ultime settimane, il crollo delle quotazioni in Borsa.