Siamo in campagna elettorale [VIDEO] e qualsiasi argomento, anche il più vario, viene introdotto in forma determinante nel discorso pubblico. La visita del presidente della turchia, Recep Tayyip Erdogan, non poteva mancare. L’appello di Erdogan per un’accelerazione del processo d’ingresso della Turchia in Europa hanno scatenato commenti e polemiche in Italia. I partiti si sono proiettatati alla futura legislazione in una sorta di programma della politica estera che verrà.

In un’intervista al quotidiano La Stampa, l`europarlamentare e vicesegretario della Lega Nord, Lorenzo Fontana, ha detto che l’Europa deve ricordare che le aspirazioni di Erdogan non troveranno mai compimento perché si tratta di un regime fondamentalista islamico che incarcera giornalisti, reprime chi pensa in maniera diversa e incita i musulmani nel continente europeo, con il rischio di una guerra santa demografica contro i diritti umani.

“Con questo panorama [VIDEO] – ha aggiunti – non potrà mai e mai dovrà essere dentro dell’Unione Europea”. Fontana ha anche detto che considera scandaloso che Bruxelles abbia dato 10 miliardi di euro per promuovere il processi di adesione all’Unione europea, sapendo che è irrealizzabile e impossibile: “Erdogan freni le pretese […] grazie a forze politiche con identità come la Lega Nord si farà uno scudo. Non ci allargheremo mai a una colonia islamica”.