L'evoluzione del Coronavirus in Francia continua a tenere allerta le autorità. Ieri, 30 marzo, sono stati ben 418 i nuovi morti dovuti alla Covid-19, portando il numero totale delle vittime a 3024, dopo due settimane di quarantena generale nel Paese transalpino. Come riporta Le Parisien, l'epidemia continua a espandersi nonostante le misure adottate dal Governo di Emmanuel Macron.

Coronavirus, Francia, 30 marzo: sono 1592 i nuovi ricoveri, ben 424 di questi pazienti risultano in rianimazione

Jérôme Salomon, direttore generale della Sanità Francese, ha enunciato il quotidiano bilancio sull'emergenza dovuta al coronavirus in Francia.

Nella giornata del 30 marzo sono quindi 418 i nuovi morti, con un aumento di 1592 nuovi ricoverati. Tra questi la percentuale delle persone in rianimazione risulta particolarmente alta, con ben 424 persone necessitanti di aiuto alla respirazione. Il numero totale delle persone positive al coronavirus, sale quindi a più di 21.000, con 5056 di esse costrette in rianimazione. Una situazione che ha portato la sanità francese a riflettere sul numero dei letti disponibili in rianimazione sul territorio, come affermato dallo stesso Jérôme Salomon: "Siamo riusciti ad aumentare i posti i rianimazione in modo consistente; ad oggi abbiamo più di 10.000 posti", ha dichiarato. "Abbiamo ancora posti disponibili", ha ribadito congratulandosi con tutto il personale sanitario che, in questa situazione di emergenza, è riuscito ad adattarsi al meglio alle condizioni spesso difficili.

Sono ben 7924 le persone invece totalmente guarite e già dimesse dagli ospedali.

L'Île de France, ovvero la regione parigina, è la parte più colpita in Francia

La regione dell'Île-de-France è la più colpita dell'intera Francia. Al 30 marzo gli esperti prevedono un "picco" questa settimana nella regione, mentre sono già stati registrati 954 decessi negli ospedali (+ 147 nella giornata di lunedì) e 1.792 persone sono state poste in terapia intensiva (+ 124); 597 nuovi pazienti sono stati ricoverati in ospedale, portando il loro numero totale a 7.689 nella sola regione della capitale Parigi.

Coronavirus, Francia: l'aeroporto di Parigi-Orly chiuderà le sue porte a partire da martedì 31 marzo

Un'altra importante novità arriva dall'aeroporto parigino di Orly che, a partire da martedì 31 marzo, chiuderà temporaneamente le sue porte. Il traffico aereo è uno degli elementi che più stanno risentendo della pandemia globale dovuta al coronavirus, obbligando le autorità a prendere misure drastiche come la chiusura totale dell'aeroporto del sud di Parigi.

La manciata di compagnie che ancora vi operano (quattro su oltre un centinaio) verranno trasferite a Parigi-Charles-de-Gaulle (CDG), l'altro aeroporto parigino, a sua volta pesantemente colpito dalla crisi.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!