Come è ormai noto, venerdì 12 dicembre 2014 si terrà lo Sciopero Generale proclamato da Cgil, Uil e Ugl. "Così non va!" lo slogan scelto dai sindacati per protestare contro le politiche del governo di Matteo Renzi, soprattutto in campo economico e in tema di lavoro: nell'occhio del ciclone c'è in particolare il Jobs Act appena (seppur parzialmente) approvato, la più generale riforma del lavoro, gli ultimi interventi sulla pubblica amministrazione, le mancate misure nel campo della riforma delle pensioni. Temi caldi dell'agenda Politica degli ultimi tempi, anche se in molti casi le intenzioni del governo non sono ancora state messe formalmente nero su bianco.

Anche il tanto discusso Jobs Act, come dicevamo, ha finora ottenuto solo un'approvazione parziale, e potrebbe ancora subire modifiche. 

E', questo, un periodo particolarmente turbolento per quanto riguarda le agitazioni dei lavoratori, e infatti l'Autorità garante degli scioperi ha precisato che il settore dei trasporti deve rimanere escluso dallo sciopero del 12 dicembre 2014, per salvaguardare i diritti degli utenti per quanto riguarda l'intervallo minimo di dieci giorni tra uno sciopero e l'altro. L'autorità ha evidenziato in particolare l'irregolarità formale della proclamazione per quanto riguarda treni, aerei e mezzi pubblici. Partiamo dal trasporto ferroviario, settore in cui il garante sottolinea una precedente proclamazione per il 13 e 14 dicembre prossimi.

Quanto al trasporto aereo, è stata precedentemente comunicata un'azione di sciopero del personale Enav per il 15 dicembre a Fiumicino. E veniamo al trasporto pubblico locale: per l'autorità dovranno essere escluse dallo sciopero del 12 dicembre alcune regioni e città italiane, tra cui Cotral del Lazio, Ataf di Firenze, F.lli Romano di Crotone, Cotrab di Potenza, Ast della Sicilia, Trentino Trasporti di Trento.

In occasione dello sciopero generale del 12 dicembre 2014, in molte città italiane si terranno manifestazioni di protesta: particolarmente calda si prospetta la situazione a Reggio Calabria e in Umbria. Per quanto riguarda la città di Milano, una nota informa che il personale Atm si asterrà dal lavoro dalle 19 del 12 dicembre.

In questo modo "verranno permessi sia lo svolgimento del corteo mattutino sia del presidio pomeridiano in ricordo delle vittime di piazza Fontana, la cui ricorrenza è appunto il 12 dicembre." I sindacati motivano la scelta dell'astensione parlando di "rispetto del diritto di sciopero di ogni lavoratore, ma anche della storia di difesa della democrazia dei tranvieri milanesi". Se desiderate ricevere eventuali novità e aggiornamenti riguardo lo sciopero generale del 12 dicembre 2014, potete cliccare sul tasto "segui" in alto, sotto il titolo.