"Governo e Parlamento hanno la responsabilità di intervenire sulla Legge Fornero senza aspettare il referendum". Lo ha ribadito, rilanciando le proposte di riforma pensioni 2015 con maggiore flessibilità in uscita da lavoro e nuove possibilità di pensione anticipata per tutti, la leader della Cisl Annamaria Furlan, in vista del nuovo vertice a Palazzo Chigi su riforma Pensioni e lavoro in programma per venerdì 19 dicembre 2014 alla vigilia delle vacanze natalizie.

E a proposito di pensioni soddisfatto per le novità sui fondi pensione e le casse previdenziali introdotte nella legge di Stabilità 2015 che prevede anche le prime modifiche alla riforma delle pensioni Fornero con i tetti alle pensioni d'oro e lo stop alle penalizzazioni sulla pensione anticipata dei lavoratori precoci.

Riforma pensioni 2015 e pensione anticipata, Cisl: Governo cambi Legge Fornero prima del referendum

"E' la peggiore riforma pensioni nella storia repubblicana del Paese", ha sottolineato il segretario generale della Cisl Annamaria Furlan, commentando la raccolta di firme della Lega Nord di Matteo Salvini per il referendum per l'abolizione della riforma pensioni Fornero.

"Un testo così negativo - ha aggiunto la dirigente sindacale riferendosi alla riforma delle pensioni del Governo Monti - deve essere cambiato subito". Secondo Annamaria Furlan, che rilancia le proposte per la pensione anticipata 2015 a partire da 62 anni d'età con 35 anni di contributi, occorre "rendere flessibile l'età pensionabile e riconoscendo che la tipologia del lavoro - ha sottolineato la leader cislina - non è indifferente nell'individuare il bisogno di sicurezza dei lavoratori".

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni Matteo Renzi

Legge di Stabilità 2015 e riforma pensioni, Di Gioia (Psi): soddisfatto per misure su fondi pensione

Soddisfatto per le modifiche al ribasso al Senato delle tasse sui fondi pensione rispetto al testo del ddl Stabilità 2015 approvato alla Camera il presidente della commissione parlamentare di controllo sulle attività degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale, Lello Di Gioia, deputato del Partito socialista italiano."Esprimo a nome di tutta la commissione che ho l'onore di presiedere soddisfazione - ha detto il parlamentare del Psi - per l'introduzione di meccanismi incentivanti per i fondi pensione e le casse di previdenza".

Misure che "destineranno - ha spiegato il presidente della commissione parlamentare di controllo sulle attività degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale - le loro risorse in investimenti nell'economia reale del Paese, come previsto in sede di esame della legge di Stabilità 2015 al Senato della Repubblica".

Riforma pensioni 2015 e pensione anticipata, Damiano (Pd): superare burocrazia su opzione donna

E sempre in tema di riforma pensioni e pensione anticipata interviene il presidente della commissione Lavoro di Montecitorio Cesare Damiano (tra gli esponenti della minoranza del Pd d Matteo Renzi).

"Siamo in attesa - ha sottolineato il deputato del Pd in un comunicato stampa - della correzione della circolare dell'Inps per quanto riguarda la cosiddetta Opzione Donna. Vale a dire - ha spiegato l'ex ministro del Lavoro - la possibilità per le lavoratrici di andare in pensione all'età di 57 anni se dipendenti e 58 se autonome con 35 anni di contributi, con il sistema contributivo". Cesare Damiano mentre sollecita interventi rapidi su Opzione Donna sollecita al Governo Renzi l'approvazione del disegno di legge della minoranza del Pd alla Camera che prevede la pensione anticipata per tutti i lavoratori con 35 anni di contributi versati.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto