Continuiamo a dare aggiornamenti e notizie sul piano straordinario di assunzioni Scuola 2015, in particolare sulle novità delle fasi B e C per quel che riguarda eventuali trasferimenti: i docenti precari con in corso una supplenza annuale o una supplenza fino al 30 giugno non dovranno trasferirsi subito nel caso sia assegnata loro un'altra sede, una cattedra a tempo indeterminato dal nuovo piano assunzionale previsto con la contestata riforma Buona Scuola. Questo quanto precisa il Miur nelle FAQ consultabili sul suo sito -in questo caso specifico la n° 20 e la n° 21- e aggiornate proprio in questi giorni che precedono la data del 14 giugno, fissata come scadenza per la domanda di accesso al piano di assunzioni di docenti.

Pubblicità

Come già abbiamo informato pochi giorni fa, ci sono stati altri importanti aggiornamenti sulle Graduatorie ad Esaurimento e assunzioni scuola. Il Miur sottolinea che chi ha in corso una supplenza in una scuola statale può accettare la cattedra a tempo indeterminato eventualmente assegnata con l'accettazione del piano straordinario di assunzioni, portando però a termine il contratto di supplenza: la nomina dell'incarico decorre sì dal 1 settembre ma la presa di servizio sul posto è comunque seguente al termine della supplenza.

Assunzioni scuola, ultime notizie: i docenti con supplenza in corso possono terminare il contratto, no trasferimento

Il Miur nelle sue FAQ sul piano assunzionale della Buona Scuola sottolinea un fattore importantissimo per i docenti precari con in corso una supplenza (annuale o con termine al 30 giugno 2016, non temporanea quindi): in caso di assegnazione di una cattedra a tempo indeterminato in altra sede, tale nuovo comincerà dal 1 settembre 2016 -caso di supplenza annuale- oppure dal 1 luglio 2016 o al termine dell'esame di stato.

Pubblicità

I rischi per i docenti di partecipare al piano straordinario di assunzioni nella scuola dunque si riducono: il giustamente temuto trasferimento in altra sede scolastica, magari in una diversa provincia o regione, in questo caso non è immediato, anzi viene neutralizzato per un anno in attesa poi del piano straordinario di mobilità territoriale e professionale 2016/17 che riguarderà i posti vacanti e disponibili nell'organico dell'autonomia, per i quali gli insegnanti inseriti nelle Graduatorie ad Esaurimento ed assunti nel mese di settembre 2015 potranno concorrere insieme -anzi in subordine, per la precisione- ai docenti già in ruolo quest'anno.