Giungono in queste ore alcune indiscrezioni relative al sistema contributivo donna. Nella giornata di oggi, venerdì 7 agosto , potrebbe essere approvata la proroga del metodo sperimentale denominato Opzione Donna attraverso il provvedimento che, con ogni probabilità, verrà firmato dal presidente dell'Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (Inps), Tito Boeri. Se oggi non venisse confermata questa ipotesi, questa novità potrebbe, invece, arrivare il prossimo 14 agosto, anche se, nei giorni a seguire, i lavori parlamentari si interromperanno a causa della pausa estiva.

Pubblicità
Pubblicità

Molte donne sono in attesa della proroga al 31 dicembre 2015

Le ultime notizie giunte sull'andamento dell'economia italiana e sui provvedimenti da adottare per rendere il sistema pensionistico più flessibile fanno pensare che, almeno per il momento, rimanga tutto invariato con i lavori parlamentari che proseguiranno nel mese di settembre allo scopo di trovare una soluzione che porti all'abbassamento dell'età pensionabile. La cosa certa è che molte donne lavoratrici hanno presentato domanda di adesione a questo metodo sperimentale che dovrebbe confermare la possibilità di accedere alla pensione al raggiungimento dei 57 anni di età (58 anni per le autonome) e 35 anni di contributi versati, così come riportato dal sito investireoggi.it. Un anticipo di circa 9 anni rispetto ai normali requisiti pensionistici, però con il conteggio dell'assegno pensionistico con il sistema contributivo.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni

Potrebbe essere applicato il ricalcolo contributivo proposto da Boeri

Stessa situazione, forse, per le altre proposte di pensionamento anticipato presentate in Parlamento e che, almeno per il momento, non vengono considerate dal Governo Renzi. L'applicazione del sistema Quota 100 oppure Quota 97 con penalizzazioni, sarebbe troppo costosa per le casse dello Stato. L'unico piano che potrebbe essere applicato per assicurare l'uscita anticipata dal lavoro è quello del ricalcolo contributivo proposto dal presidente Inps Boeri.

Pubblicità

Vedremo cosa accadrà nei prossimi mesi e come il governo Renzi deciderà di affrontare la situazione.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto