Se da un lato c'era chi voleva fare spazio ai giovani dando il meritato riposo ai vecchi, da un altro c'è chi teme che la previdenza italiana possa avere dei costi altissimi. Secondo Padoan il principio di flessibilità in uscita è giusto ma deve essere valutato in termini di meccanismi e coperture economiche. Una cosa è sicura, la riforma non è stata inserita nella legge di Stabilità. Quindi tutti i lavoratori che speravano in una rapida riforma dovranno lasciare i loro sogni nel cassetto.

Escluso anche un intervento a costo zero.

Quello che sta accadendo è incredibile perchè, ogni giorno, si ascoltano smentite e conferme sulla nuova riforma. Renzi fa delle affermazioni puntualmente smentite da Padoan. Sono i numeri che dicono cose diverse o sono le opinioni degli attori che modificano le prospettive ?.

L'unica cosa chiara è, al momento, che la legge di Stabilità sarà di 27 miliardi come ha ribadito Matteo Renzi alla trasmissione 8 e mezzo ma il suo contenuto è oggetto di discussione.

Il Premier ha spiegato che potranno essere disponibili circa 17 miliardi grazie alla flessibilità concessa dalla Ue oltre ai 10 miliardi della spending review. Nell'agenda del governo ci sono i contratti del pubblico impiego,le clausole di salvaguardia per evitare l'aumento delle aliquote Iva e delle accise. Poi, come ha promesso il Premier, bisognerà eliminare le tasse sulla casa e si dovrà rifinanziare la decontribuzione a favore delle assunzioni a tempo indeterminato. Sembra proprio che non ci sia spazio per le Pensioni e le promesse elettorali di Matteo Renzi si perdono nel vuoto.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni

Le parole di Salvini

Il Leader della Lega Matteo Salvini ha minacciato di occupare il Ministero dell'Economia fino a quando non si troverà una soluzione per gli ultimi 50.000 esodati. Addirittura Salvini si dice disponibile a votare insieme al PD pur di cancellare la legge Fornero. Salviniha ribadito di essere a favore della legge proposta da Cesare Damiano, la cosiddetta "Quota 97" (35 anni di contributi con 62 anni di età), ma senza le penalizzazioni dell'8%.Gli fa eco il capogruppo della Lega Massimiliano Fedriga che si è detto disponibile ad andare nelle aule di Camera e Senato per bloccare i lavori parlamentari.

Il governo,nella persona del sottosegretario Pier Paolo Baretta, ha preso tempo ed ha affermato di poter dare una risposta fra due settimane. Secondo i sindacati la questione dovrà essere risolta prima delle legge di stabilità.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto