Per i pensionati di tutte le categorie e con assegni di qualsiasi importo non sono certo giorni felici. Prima la questione dei mini rimborsi avuti ad agosto per via della Sentenza della Consulta e del susseguente “Bonus Poletti” che sono stati dati a qualcuno sì e ad altri no. Poi ci sono le indicizzazioni di settembre, sempre relative alla Corte Costituzionale, che hanno prodotto aumenti di pochi euro per i pensionati con gli assegni fermi al 2012. Adesso ci si è messa anche la quattordicesima mensilità, che non lasciato una lunga scia di polemiche.

Pubblicità

Chi percepisce la quattordicesima mensilità?

La quattordicesima è una mensilità aggiuntiva che viene erogata ai pensionati di età superiore ai 64 anni con un reddito personale non superiore a 9.786 euro. Questa mensilità in più è stata creata dal Governo a partire dal 2007 e viene erogata dall’Inps di norma con la mensilità di luglio. Dal 2007 quindi, tutti i pensionati con in linea con questi requisiti hanno continuato a percepire regolarmente il bonus senza bisogno di presentare alcuna domanda.

Infatti, l’erogazione della quattordicesima è automatica, l’INPS la da d’ufficio reperendo i dati reddituali dalle dichiarazioni RED che ogni anno i pensionati che percepiscono assegni con integrazioni al minimo devono consegnare all’Istituto.

Che problemi si sono avuti oggi?

Quest’anno però non tutto è filato liscio come sempre e molti pensionati nel prendere la pensione di luglio hanno avuto la sorpresa negativa dell’assenza delle quattordicesime. L’INPS in una nota ha in un primo momento dichiarato che le cause del mancato versamento della mensilità aggiuntiva era addebitabile al mancato invio del modello RED da parte dei pensionati.

Pubblicità

Le segnalazioni che quotidianamente venivano recapitate a sindacati e patronati invece parlavano di pensionati che nonostante fossero in regola con il modello reddituale, non avessero comunque percepito la mensilità in più. Problemi tecnici avuti dall’INPS ha causato il problema della mancata presa in carico dalla banca dati della Previdenza, di molte dichiarazioni RED inviate. A tutti questi, l’INPS ha chiesto di inoltrare di nuovo il modello reddituale per poter così finalmente corrispondere la quattordicesima.

Perché ancora oggi c’è chi non l’ha avuta?

Oggi risultano non evase circa 50mila quattordicesime. Infatti delle 80mila mancanti a luglio, con la pensione di settembre sono state corrisposte regolarmente dopo il secondo invio del modello RED quasi 30mila assegni. Per coloro che nonostante siano corsi ai ripari ed abbiano seguito le indicazioni dell’Istituto, la mancata erogazione della quattordicesima è definitiva e non per problemi tecnici. Infatti analizzando i modelli RED, l’INPS ha scartato quelli che effettivamente non avevano più i requisiti per ottenerla.

Pubblicità