"Siamo a costo sotto zero a condizione che, accanto ai costi per gli anni di anticipo (al massimo quattro) si considerino i successivi 18 anni di risparmi": ad affermarlo è il Presidente della Commissione lavoro alla Camera Cesare Damiano, commentando la possibilità di aprire alle uscite flessibili e alle pensioni anticipate con le proprie proposte. Nella pratica, si tratta della cosiddetta Quota 97 per i lavoratori che hanno raggiunto almeno 62 anni di età, mentre i precoci potrebbero beneficiare di un'uscita dal lavoro con 41 anni di versamenti.

Pubblicità
Pubblicità

"L'istat ha certificato che la speranza di vita media (uomini e donne) è di poco superiore agli 84 anni, quindi se si anticipa la pensione a 62 anni avendo 35 anni di contributi e accettando l'8% di penalità, si avrà un costo per i primi quattro anni e un risparmio per i successivi diciotto". Sulla base di questi calcoli, l'esponente della minoranza Dem spiega che aprire alla flessibilizzazione del sistema previdenziale pubblico produrrà non solo dei risparmi nel lungo periodo, ma garantirà anche di consolidare la sostenibilità dell'Inps.

Pubblicità

Riforma pensioni e flessibilità Inps: il risparmio ammonterà al 4,22% per le casse dello Stato

Stante la situazione, il Presidente Damiano ha voluto evidenziare quali sono i calcoli effettuati sulla previdenza per determinare la sostenibilità delle misure di flessibilità. I conti hanno preso in esame la cosiddetta Quota 97 utilizzando il calcolo sulle aspettative di longevità dell'Istat. Si parte dalla speranza di vita media che corrisponde ad 84 anni e si calcola il lasso di tempo che intercorre dal pensionamento, ovvero 22 anni (nel caso in cui la quiescenza sia attivata a 62 anni).

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni

Per quanto concerne la spesa dello Stato, vi saranno quattro anni di costo e successivi diciotto anni di risparmio, grazie alla penalizzazione del 2% annua prevista. Questo significherà un risparmio complessivo del 4,22% per i conti dell'Inps. "Il Governo non deve temere i niet dell'Europa perché non vogliamo cancellare la Fornero" conclude l'esponente della minoranza Dem, "ma correggerla".

E voi, cosa pensate dei calcoli esposti dall'On Damiano in merito alla vicenda della flessibilità previdenziale?

Se lo desiderate, potete condividere la vostra opinione con gli altri lettori del sito tramite l'aggiunta di un nuovo commento. Mentre per ricevere tutte le prossime news di aggiornamento sul tema delle pensioni anticipate vi ricordiamo di cliccare il comodo tasto "segui" che trovate in alto, vicino al titolo dell'articolo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto