Sulle salvaguardie dei lavoratori e sulle Pensioni anticipate "il Governo è impegnato ad analizzare la questione a partire dalla legge di stabilità e compatibilmente con il quadro di finanza pubblica". Ad affermarlo è il Ministro dell'economia e delle finanze Pier Carlo Padoan, durante il suo intervento in Parlamento avvenuto nella mattina di oggi. Si va pertanto verso l'ennesimo rinvio per i lavoratori esodati e per le lavoratrici che attendevano il via libera all'ingresso nell'Inps con i requisiti dell'opzione donna, seppure resta aperta ancora la possibilità che la questione possa chiudersi entro la fine dell'anno.

Pubblicità
Pubblicità

Il Ministro ha infatti ribadito la propria "disponibilità a margini di flessibilità" che permettano di intervenire sulle regole di quiescenza concretizzatesi nell'ormai lontano 2011 con la riforma della legge Fornero. Questo pur tenendo conto che "ogni intervento di anticipo determina un aumento di spesa e dell'indebitamento e necessita di copertura finanziaria".

Pensioni anticipate e salvaguardie Inps: anche il Ministro Poletti rimanda alla legge di stabilità

Stante la situazione, nella mattinata è arrivata anche la puntualizzazione del Ministero del lavoro.

"Si conferma la volontà di intervenire sulla materia delle salvaguardie" spiega il Ministro Giuliano Poletti, sottolineando come la questione dei lavoratori esodati e delle pensionande con opzione donna sarà discussa "all'interno della legge di stabilità, per una definitiva risoluzione delle problematiche sociali più rilevanti ancora aperte". Resta quindi ancora aperto il cantiere della riforma previdenziale, mentre appare chiaro che per capire come andranno a finire le vicende delle tante sanatorie attese nel comparto bisognerà attendere la fine dell'anno, quando i giochi della legge di stabilità 2016 saranno definitivamente chiusi.

Pubblicità

Nel frattempo, i lavoratori sono determinati nel proseguire le proprie azioni di protesta al fine di rivendicare l'ottenimento del diritto alla pensione. Tanto che proprio nella mattina di oggi ha preso forma un nuovo presidio unitario in Piazza San Silvestro, al quale sono presenti i rappresentanti dei sindacati e dei comitati in cui si sono riuniti i lavoratori.

Come da nostra prassi, restiamo disponibili nel pubblicare i vostro commenti relativi alle nuove dichiarazioni che vi abbiamo riportato nell'articolo.

Mentre qualora desideriate ricevere tutti le prossime news sulle pensioni flessibili vi ricordiamo di cliccare il comodo tasto "segui" che trovate in alto, vicino al titolo.

Leggi tutto