A partire da ottobre 2015, gli insegnanti a titolo indeterminato potranno usufruire di un bonus di 500 euro per formazione e aggiornamento che sarà distribuito direttamente con il prossimo stipendio. Successivamente, a partire dal 2016, ogni docente riceverà una card elettronica che verrà ricaricata ogni anno con un bonus del medesimo importo se tutte le spesse saranno rendicontate e ritenute valide. Scopriamo tutti i dettagli nel particolare.

Pubblicità
Pubblicità

Carta dell'insegnante: come funziona?

Come già anticipato, quest'anno il bonus arriverà direttamente con lo stipendio ma, a partire dal prossimo anno, tutti i docenti con un contratto a tempo indeterminato riceveranno una propria carta elettronica sulla quale sarà caricato l'intero importo del bonus o quanto manca per il raggiungimento della cifra stabilita. Per questa prima erogazione del bonus, entro il 31 agosto 2016 i docenti saranno chiamati a presentare la documentazione necessaria per il rendiconto delle spese e tutto sarà attentamente controllato da revisori per evitare scorrettezze e approvare la validità delle spese (successivamente all'arrivo della carta sarà stabilita una data precisa per la rendicontazione).

Pubblicità

Bisogna ancora definire alcuni punti (l'attenzione è concentrata proprio sulla questione controlli e sulla definizione di cosa potrà essere acquistato e cosa no), ma il provvedimento per la regolamentazione è ormai praticamente pronto e si potrà mettere in pratica quanto previsto dalla Buona Scuola del governo Renzi.

Come può essere speso il bonus

Questi 500 euro extra potranno essere usati dai docenti per la formazione personale o l'aggiornamento, ma anche per esempio l'acquisto di hardware/software o la partecipazione a spettacoli teatrali e cinematografici culturalmente di spessore.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Scuola Matteo Renzi

Gli insegnanti potranno utilizzare la propria card per il pagamento di corsi professionali o di laurea, corsi d'aggiornamento e master. In poche parole, la carta dell'insegnante potrà essere utilizzata per una qualsiasi spesa mirata al miglioramento e alla qualificazione della figura del docente stesso. Se siete interessati alle novità della scuola e volete essere sempre aggiornati, vi invitiamo a cliccare il tasto 'Segui' in alto a sinistra.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto