Il nuovo concorso a cattedra 2015/16 avrà il suo bando entro il primo dicembre: così ha promesso il ministro Giannini. Parteciperanno al concorso tutti i docenti abilitati per la Scuola dell'infanzia, primaria e secondaria di I e di II grado. Secondo le ultime informazioni rilasciate da Faraone, vi sarà una procedura concorsuale dedicataa chi ha il titolo per il sostegno. Ma negli ultimi giorni i sindacati hanno espresso dubbi su come verranno distribuiti i circa novantamila posti annunciati. Saranno dunque immessi in ruolo migliaia di insegnanti, ma dove?

Distribuzione posti del concorso scuola 2015/16

Il concorso a cattedra 2015/16sarà bandito per tutte le classi di concorso? Come riporta Orizzonte Scuola, alcune indiscrezioni vogliono che fra posti banditi sono escluse le classi che presentano soprannumerari. Trattandosi solo di voci, fino ad una conferma ufficiale è un'affermazione cheva presa con gli spilli. I sindacati però pongono il problema della collocazione territoriale dei docenti. Vi sarà un nuovo esodo? Il piano straordinario di assunzioni ha saturato diverse classi di concorso e diverse regioni.

A tal proposito, il sindacato FLCGIL della Campania ha fatto presente che nella sua regione sono state presentate 11.142 domande di immissione in ruolo a fronte di 6.283 posti disponibili. La domanda sorge spontanea: quanti saranno i posti disponibili in Campania per il concorso scuola? Dove saranno mandati i precari che non hanno potuto partecipare al piano straordinario di assunzioni? Dovranno emigrare verso il Nord del Paese, dove ladisponibilità è maggiore?

Dove nasce il problema?

Secondo FLC CGIL il problema nasce a causa della divisione tra organico di fatto e organico di diritto. Questo comporta situazioni come quella attuale del sostegno, dove ufficialmente il bisogno non c'è, ma nella realtà dei fatti continuano ad essere chiamati supplenti per in tutti gli ordini e gradi. Per nuove informazioni e aggiornamenti sulla scuola e il concorso, cliccate il tasto Segui in alto vicino al titolo.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!