Sul sito della FLC CGIL viene scritto che i sindacati hanno presentato un documento dove vengono definite le linee comuni per il rinnovo del contratto della Scuola (FLC CGIL, UIL Scuola, CISL Scuola, SNALS, Confsal). Dal confronto emerso fra le varie OOSS e con i lavoratori, si sono stabilite le priorità del negoziato del nuovo contratto nazionale. Riassumiamo di seguito i punti centrali.

Rinnovo contratto scuola docenti e ATA, le linee dei sindacati

I punti fondamentali del documento realizzato dai sindacati per il rinnovo del contratto della scuolaper docenti e ATA sono i seguenti:

  • Recupero del salario perduto: a distanza di sei anni, gli stipendi sono rimasti bloccati. Si richiede un aumento mensile che compensi la perdita del periodo in questione (2010-2015). L'aumento viene quantificato in 220 euro mensili. Viene ribadita anche la necessitàdella progressione salariale garantita dagli scatti di anzianità.
  • Il Contratto e le leggi esistenti: il nuovo Contratto deve avere contenuti sottratti dai precedenti Governi, necessari per regolarele condizioni di lavoro e l’esercizio della funzione docente. Un esempio: la norma contenuta al comma 131 della legge 107 che impedisce al lavoratore di lavorare dopo 36 mesi di servizio, anziché sanzionare il datore di lavoro.
  • Professionalità del docente: la valutazione del docente deve escludere ogni tipo di competizione e arbitrarietà delle prestazioni. Deve invece essere centrata sul dar valore alla collegialità e all’impegno per migliorare la scuola. A tal fine, vanno esclusi dagli organismi competenti genitori e studenti.
  • Carriera e funzione deldocente: la funzione docente deve essere intesa come una sola figuraprofessionale accreditata socialmente e scientificamente in ogni ordine e grado di scuola.
  • Trasparenza sui carichi e sull’orario di lavoro: deve esserci trasparenza sull’orario di lavoro e sui compiti.
  • Equiparazione dei diritti: i precari hanno diritto alla stabilità. Attraverso il contratto è possibile comporre più tipologie lavorative a tutela dei diritti di tutti i lavoratori. La card Docente (bonus 500 euro) dovrebbe essere esteso anche ai precari.
  • Specificità della professione Ata: le figure ATA devono partecipare in tutti i momenti in cui viene deciso come organizzare la scuola. Vanno fatte emergere le specifiche funzioni Ata e si richiedono retribuzioni adeguate al lavoro specifico. Va riattivata la mobilità.
  • Relazioni sindacali: va riaffermata la funzione equilibratrice e di garanzia del Contratto Nazionale di Lavoro, il che necessita la ridefinizione di alcune regole.
  • Formazione: va istituito un sistema a livello nazionale di formazione che rappresenti un obbligo per l'Amministrazione e un dovere per il docente e gli ATA.

Per leggere il documento per intero in pdf, potete scaricarlo dalla seguente pagina web: http://www.flcgil.it/files/pdf/20151116/linee-comuni-di-orientamento-per-il-rinnovo-del-contratto-scuola-16-novembre-2015.pdf

Resta aggiornato sulla scuola cliccando il tasto Segui.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!