Come abbiamo sottolineato più volte, il rinvio della pubblicazione del bando del concorso scuola 2015-2016 potrebbe non essere un male: si tratta di una procedura che scontenta tutte le categorie di docenti, dagli abilitati della II fascia delle GI che chiedono l'inserimento in GaE e il diritto all'assunzione a tempo indeterminato ai non-abilitati della III fascia delle GI che chiedono la possibilità di partecipare al concorso fino ai docenti di ruolo che chiedono di partecipare nel caso si voglia cambiare classe di concorso.

Sulla complessa situazione dei docenti abilitati tramite TFA, SFP e PAS sono in arrivo due emendamenti: uno è stato proposto dal M5S e un altro è stato 'richiesto' – una sorta di appello alla classe politica – dal sindacato Anief. Ecco, nello specifico, cosa prevedono.

Emendamento M5S e novità sul concorso scuola 2015-2016

Come era stato annunciato al convegno '#RipartiamoDaQui' organizzato dal M5S e riguardante la situazione dei docenti abilitati della II fascia delle GI, il partito di Beppe Grillo ha presentato un emendamento che dovrebbe risolvere nel tempo la situazione di questa categoria di insegnanti.

Le richieste nello specifico sono due: la prima è quella di utilizzare i risparmi di spesa, che si sono avuti con la parziale attuazione del piano straordinario di assunzioni, per l'immissione in ruolo nell'organico di potenziamento dei docenti iscritti nella II fascia delle GI; la seconda è quella di istituire un doppio canale per le assunzioni, dalle GM del concorso scuola 2015-2016per non-abilitati e dalla scorrimento della II fascia.

In parole semplici, la proposta è per l'assunzione degli abilitati PAS, SFP e TFA affinché il concorso Scuola venga destinato ai semplici laureati e non-abilitati.

Richiesta emendamento Anief e novità concorso scuola 2015-2016

Anche l'Anief cerca di pungolare la politica e chiede un emendamento al decreto Milleproroghe che sani la situazione dei docenti abilitati di II fascia delle GI permettendo l'inserimento a pieno titolo nelle Graduatorie ad Esaurimento.

Si tratterebbe dell'unificazione delle GI e delle GaE anche e soprattutto perché alcune GaE al momento sono esaurite e si sono prodotte due 'assurdità' nel piano assunzioni 2015-2016: in primo luogo il fatto che si sono persi 16mila posti a tempo indeterminato per assenza di docenti, ragion per cui la 'supplentite' è rimasta ben presente nel sistema scolastico italiano; in secondo luogo, l'organico di potenziamento affidato a personale docente che appartiene ad un'altra cdc o addirittura ordine di scuola. Con l'accorpamento di GI e GaE sembra chiaro come il concorso scuola 2015-2016cambierebbe completamente fisionomia e probabilmente verrebbe destinato al personale non-abilitato.

Per ulteriori analisi e news, cliccate su 'Segui' in alto sopra l'articolo.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!