Grande attesa da parte dei docenti e personale scolasticoper il prossimo incontro tra Miur e sindacati, previsto per lunedì 14 dicembre, in cui si cercherà di giungere ad una maggiore certezza sulla mobilità 2016/2017. Le richieste dei sindacati al Governo sono quelle di far valere anche per quest'anno per la mobilità territoriale e professionale le vecchie regole, ossia il docente è titolare su una Scuola specifica e non su ambito territoriale. La titolarità su ambito è fonte di incertezza del docente, che conoscerà solo la localizzazione geografica della scuola e non la specifica scuola, sulla quale dovrà prendere servizio.

Inoltre, l' ambito di titolarità potrà essere uno tra quelli richiesti dal docente nella domanda di mobilità, oppure potrà essere attribuito d'ufficio per mancanza di disponibilità.

Incertezza titolarità su ambito territoriale e chiamata diretta

La mobilità secondo ambiti territoriali, per i docenti che il prossimo marzo dovranno presentare domanda di mobilità, porterà a conoscere soltanto l'ambito su cui dovranno lavorare (ricordiamo che gli ambiti sono molto estesi, se si pensa che gli attuali distretti scolastici sono circa 800, con gli ambiti si sono dimezzati) e nessuna certezza sulla scuola.La scuola potrà essere attribuita dal dirigente scolastico, tramite una chiamata diretta del docente che ha presentato la propria candidatura tramite curriculum nella scuola, l'incarico così attribuito ha validità triennale.

La futura mobilità rispetterà le vecchie regole per i docenti di ruolo neo assunti nella fase 0 e A, ad i quali secondo le ipotesi del Miur, andranno ad aggiungersi gli insegnanti titolari sul sostegno nella scuola secondaria di II grado, per i quali il Miur propone la titolarità su specifica scuola e non su ambito territoriale. Se l'ipotesi del Miur diventerà normativa, i docenti Dos potranno esprimere preferenze su specifiche scuole.

Ricordiamo, infine, che la quota da destinare alla mobilità professionale è proposta nel 30% dei posti disponibili.

Segui la nostra pagina Facebook!