La Scuola avrà il suo preside sceriffo, anche se Renzi e il Miur avevano detto di no. Dopo lo stralcio del documento prodotto dall'ANP (Associazione Nazionale Presidi) in cui viene detto che i dirigenti non hanno più le mani legate nei riguardi dei docenti contrastivi, i Partigiani della Scuola Pubblica hanno presentato denuncia formale al MIUR e richiesto di prendere le distanze da quanto affermato nel documento, di revocare l'accredito alla formazione dell'ANP e di sanzionare i responsabili. Adesso che farà il Miur?

Darà prova del fatto che la Buona Scuola non è quello che tutti si aspettavano, ovvero una dittatura dei presidi? Insomma, il Miur non ha problemi solo con gli stipendi dei supplenti in questi giorni.

Il preside sceriffo sta per diventare realtà nella scuola?

Il documento ANP rivolto ai Dirigenti Scolastici contiene aperte istigazioni alla violazione di diritti dei docenti, afferma la lettera dei Partigiani della scuola Pubblica, citando poi anche alcuni articoli della Costituzione Italiana. I presidi sono invitato ad utilizzare l'arbitrio di decidere della vita professionale dei docenti, grazie alla norma della legge 107/2015, in riferimento a coloro che sono in contrasto con le loro idee.

Non si parla di docenti che non lavorano, che non sanno fare il loro lavoro o che lo fanno male. Si parla di chi è contrastivo. Ma la Buona Scuola non doveva premiare il merito? Chi ha idee diverse dal Preside è un docente che non merita? Non è dal confronto fra idee diverse che nascono quelle migliori?

Miur, ora tocca a te chiarire la Buona Scuola

Adesso la posizione che prenderà il Miur sarà decisiva e dimostrerà se è vero che la legge 107/2015 intende il potere dei presidi come lo ha interpretato l'ANP, oppure no.

C'è già chi afferma che tutta la legge ha il solo scopo di controllare la classe docente e non di premiare il merito come vuole fare credere il Governo. Dopo la posizione del Miur, se non dovessero essere soddisfatti, i Partigiani della Scuola Pubblica promettono il ricorso alla Corte di Giustizia Europea. Dite pure la vostra opinione in un commento. Per restare aggiornati sul mondo scolastico, cliccate il tasto Segui in alto.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!