Sappiamo che con il Jobs act entra in vigore l’ASDI, ovvero il nuovo assegno di disoccupazione che serve per sostenere coloro i quali sono ancora disoccupati dopo aver usufruito della NASPI. Abbiamo notizia anche del fatto che questo assegno è stato reso stabile per gli anni che vanno dal 2016 al 2019, e che nel 2016 l’assegno di disoccupazione universale è passato a 24 mesi. Può essere richiesta l’ASDI già dall'11 gennaio con modulo presente nel sito dell'Inps, solo dopo aver concluso il periodo di disoccupazione, se ancora non si è riusciti a trovare un posto di lavoro, se l’ISEE è rimasto basso oppure se si è prossimi alla pensione.

ASDI 2016: durata, importo e requisiti necessari

L’ASDI 2016 è un nuovo assegno di disoccupazione che scatta dopo il termine della Naspi ed è richiedibile già dall’11 gennaio. Viene pagato dall’INPS per un periodo massimo di 6 mesi e il suo importo è uguale al 75% dell’ultimo assegno ricevuto dalla NASPI, comunque non superiore all’assegno sociale di 448,07 euro al mese per l’anno 2016. Sono anche previsti degli incrementi basati sui carichi familiari, i quali sono:

  • 89,70 euro per nucleo familiare con 1 figlio a carico;
  • 116,60 per 2 figli a carico;
  • 140,80 per 3 figli a carico;
  • 163,82 per 4 o più figli a carico.

Per sapere a chi spetta l’ASDI basta leggere i seguenti requisiti necessari:

  • I beneficiari devono aver fruito della NASPI per tutta la sua durata entro il 31 dicembre 2015;
  • Al momento della richiesta dell’assegno, bisogna risultare ancora privi di occupazione;
  • I lavoratori devono appartenere ad un nucleo familiare dove è presente almeno un minore a carico, oppure aver superato l’età di 55 anni ed essere vicini alla pensione;
  • Per essere riconosciuta l’ASDI il reddito ISEE deve essere basso e non superare i 5000 euro;
  • Il lavoratore è obbligato ad aderire alla partecipazione a programmi di reinserimento nel mondo del lavoro tramite un progetto personalizzato, che serve per la ricerca attiva di un lavoro proposto dai Centri per l’impiego.

ASDI 2016: modalità di richiesta

Il beneficiario in possesso dei requisiti richiesti, deve presentare il modulo domanda ASDI 2016, disponibile sul sito dell'INPS già dall'11 gennaio 2016, ma può recarsi anche al Patronato CAF, oppure contattare il center.

Il primo passo è quello di presentare la domanda per via telematica, e successivamente il richiedente deve presentarsi al Centro per l'Impiego (Cpi) di residenza. Qui viene perfezionata la domanda e viene sottoscritto il patto di servizio con un percorso personalizzato per la ricollocazione del lavoratore. In seguito, compito del Cpi sarà quello di trasmettere tutta la documentazione all'INPS, tramite il portale ClicLavoro, al fine di consentire l'erogazione dell'assegno ASDI.

Segui la nostra pagina Facebook!