Il compromesso sul contratto di mobilità potrebbe già arrivare nella giornata dell'11 gennaio 2016. I sindacati, infatti, hanno avuto una convocazione ufficiale da parte del Miur affinché in quella data si giunga ad un accordo definitivo: la data precedente era stata quella dell'8 gennaio e il rinvio è dovuto probabilmente a questioni di carattere organizzativo. Il Ministero avrebbe intenzione di chiudere la questione entro la fine di gennaio, in maniera tale da rispettare la 'solita' tempistica: il mese di marzo, infatti, è quello in cui, solitamente, si presentano le domande per la mobilità, in maniera tale da avere tutto pronto per l'anno scolastico successivo.

Quali sono state le aperture del Miur sulla questione della mobilità docenti scuola 2016/2017?

Le aperture del Miur sulla mobilità docenti 2016/2017

La situazione della mobilità dei docenti di Scuola per l'anno 2016/2017 è molto complessa e resa ingarbugliata dalle novità della legge 107 del 2015, la riforma della 'Buona scuola'. I sindacati si sono detti ottimisti riguardo l'ultimo incontro, in quanto il Miur avrebbe riconosciuto la funzione e l'importanza di un contratto che limiti gli squilibri e le disparità nel trattamentotra gli insegnanti che già sono in ruolo e quelli che sono entrati mediante piano straordinario di assunzioni.

Ecco quali sono, nel dettaglio, le aperture del Miur: si tratta appunto di aperture e non di certezza, il tutto deve essere ancora soggetto a contrattazione:

  • in primo luogo, potrebbe saltare l'applicazione della riforma degli ambiti territoriali per quanto riguarda la mobilità del 2016/2017 – il Miur si sarebbe dichiarata disponibile a definire una mobilità con domande a livello provinciale facendo riferimento alle singole scuole e non agli ambiti territoriali; la novità sarebbe di grande importanza, perché in questo modo potrebbero accedere alle procedure tutti i docenti che sono di ruolo da prima della riforma della scuola o che si trovano nella condizione di esubero o DOS
  • in secondo luogo, il Miur si è impegnata ad effettuare un'analisi normativa sulla richiesta dei sindacati che intenderebbero permettere a tutti i docenti di ruolo (compresi i neoassunti del piano 2015/2016) di effettuare la domanda anche per la mobilità interprovinciale
  • infine, anche sulla questione del CCNL e della trasparenza nelle regole di assegnazione dei docenti agli ambiti territoriali, il Miur è sembrato aprire alle richieste dei sindacati

Per aggiornamenti sulla questione della mobilità docenti 2016/2017, cliccate su 'Segui' in alto sopra l'articolo.

Segui la nostra pagina Facebook!