Le ultime informazioni circa il concorso a cattedra 2016 e il terzo ciclo del TFA arrivano da Davide Faraone, sottosegretario del Miur, nel corso della trasmissione 'La radio ne parla'. Sono tantele voci che circolano sulla data dei bandi di concorso e le polemiche per il ritardo e le continue date promesse ma mai rispettate. Davide Faraone assicura che entro quindici giorni saranno pubblicati i bandi del concorso docenti, attesi dal primo dicembre.

Concorso scuola 2016: a che punto siamo?

Circa il concorso a cattedra 2016, Faraone ha assicurato che i posti saranno 63mila come annunciato e che le procedure burocratiche sono state risolte, comprese quelle che riguardano il parere espresso dal Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione.

Ha ammesso che i tempi saranno molto stretti ma che i nuovi docenti saliranno in cattedra in tempo per il nuovo anno scolastico. E le prove? Come già anticipato, si terranno tra marzo e giugno, cominciando dallo scritto. La sindacalista Fracassi, presente alla trasmissione, ha fatto notare che il concorso coprirà solo cinquemila posti sul sostegno, mentre quest'anno le supplenze sono state 45.000. Ha anche evidenziato il problema di tutti i precari che hanno alle spalle oltre 36 mesi di servizio e una sentenza europea a loro favore e la questione dei docenti dell'infanzia esclusi dal potenziamento.

Per quest'ultimo punto, Faraone ha detto che la delega 0-6 per l'infanzia dovrebbe contenere anche un piano di assunzioni in seguito alla riforma.

TFA terzo ciclo, ma non per tutti

In merito al terzo ciclo del TFA, Davide Faraone ha annunciato che non si tratterà di un tirocinio generalizzato dedicato a tutte le classi di concorso, ma saranno bandite solo le classi esaurite in cui mancano docenti. A quanto pare, anche le assunzioni da concorso seguiranno questo principio, ovvero saranno costruite in base al fabbisogno delle scuole.

Su questo punto è intervenuta la vicepresidente ANP, che ha ricordato come alcune graduatorie sianogià esaurite e il fatto che le scuole vogliano assunzioni stabili che mettano in cattedra i docenti migliori.

Resta aggiornato sulla scuola cliccando il tasto Segui.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!