Il Miur ha pubblicato un paio di settimane fa il bando di concorso per i docenti. Attualmente è possibile effettuare l’iscrizione online, sul portale delle Istanze, dopodiché si passerà allo svolgimento delle prove. Il termine ultimo per l’invio della domanda è stato fissato a mercoledì 30 marzo, per l’esattezza alle ore 14. Successivamente, il Ministero dell’Istruzione ha affermato il 12 aprile, verranno definite le date in cui gli interessati dovranno presentarsi per le prove d’esame. Lo scritto, sarà con tutta probabilità, al termine del mese prossimo, mentre in seguito toccherà all’orale.

In attesa di conoscere i giorni precisi, vediamo di approfondire l’argomento punteggi, riguardante la valutazione delle prove, di cui nel decreto viene specificato che 40 punti saranno messi a disposizione per le prove scritte, grafiche e pratiche, altrettanti per il colloquio e 20 punti per i titoli. Di seguito vi andremo ad illustrare anche qual è il punteggio minimo per poter avanzare nel concorso a cattedra.

Concorso scuola 2016: valutazione per le singole prove

Iniziamo con la prova scritta, che ricordiamo essere differente per le classi di concorso di lingua straniera.

Per tutti gli altri posti, anche per il sostegno, avremo 8 quesiti, di cui 6 a risposta aperta e 2 in lingua, suddivisi a loro volta in 5 quiz a risposta chiusa. Per le prime avremo l’assegnazione di un punteggio che andrà da 0 a 5.5 ad ognuna, mentre per le seconde verrà assegnato 0.7 per ciascuna risposta corretta, fino ad un massimo di 3.5. Coloro che dovranno affrontare l’esame totalmente in lingua, la commissione provvederà ad attribuire fino a 5 punti per ogni domanda.

In merito alla valutazione minima per poter superare il test, essa è fissata a 28 e nell’eventualità che si debbano svolgere più prove scritte, si terrà conto della media, purché per ognuna di esse si abbia ricevuto almeno 24, altrimenti non verrà considerato superato questo primo ostacolo.

Passiamo ora alla prova scritta o scritto-grafica e pratica. Il totale dei punti conferiti dalla commissione esaminatrice è sempre fissato a 40, ma in questo caso sono 10 per la parte di laboratorio e 30 per la restante.

Per ciò che riguarda lo scritto, valgono i medesimi punteggi, solo che per determinare quel massimo di 30 bisognerà moltiplicare per 3/4. Nel caso ci fossero più prove, non si dovrà ottenere meno di 18 e tale valore verrà definito dalla media aritmetica. Complessivamente, aggiungendo anche i punti della prova pratica, bisognerà conseguire un minimo di 28. Concludiamo con l’orale, di cui abbiamo già sottolineato che, al massimo, sarà possibile ottenere 40 punti, ma per il superamento bisognerà arrivare almeno a 28.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

I commissari valuteranno diversi aspetti, tra cui anche le capacità del candidato nel comprendere e conversare nella lingua straniera da lui scelta (inglese obbligatorio per la primaria). Prima di lasciarvi, vi invitiamo a seguirci per altri aggiornamenti sul concorso della scuola.

Segui la nostra pagina Facebook!