Il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato qualche giorno fa i tre bandi di concorso a cattedra tanto attesi dai docenti. Per mezzo di un avviso in Gazzetta Ufficiale sono stati resi noti tutti i dettagli per coloro che fossero interessati. Il ministro Stefania Gianniniha dichiarato che un’altra tappa fondamentale dell’attuazione della ‘Buona Scuola’ è stata segnata con questi decreti ministeriali, che porteranno all’immissione in ruolo di 63.712 insegnanti durante il triennio 2016/2018. Il concorso riguarda scuola d’infanzia e primaria, secondaria di I e II grado ed, infine, sostegno.

Di seguito vi illustreremo nel dettaglio quali saranno le prove da svolgere, quando saranno rese note le date e soprattutto come presentare domanda ed entro quando.

Concorso a cattedra: domande online, scadenza e come fare

Il Miur ha comunicato che gli aspiranti devono procedere con la presentazione della domanda solamente in modalità telematica. Infatti, è necessario accedere sul sito internet delle Istanze Online (archivio.pubblica.istruzione.it/istanzeonline/) e compilare il modulo una volta che si è effettuata la registrazione.

Tale procedura è attiva dalla giornata di lunedì 29 febbraio e rimarrà tale fino alle ore 14.00 del 30 marzo. Al termine di questa fase, il Ministero della Pubblica Istruzione provvederà a diffondere le date delle prove. L’appuntamento sarà fissato al 12 aprile, con lo scritto che sarà (probabilmente) fissato per la fine dello stesso mese, mentre l’orale sarà predisposto successivamente. Nell’attesa di scoprire l’esatto giorno, vediamo di capire cosa prevederanno tali prove e le loro modalità.

Concorso scuola: informazioni sulle prove previste

Per quanto riguarda la scuola dell’infanzia e primaria, di cui ricordiamo esserci rispettivamente 6.933 e 17.299 posti, si inizierà con la prova scritta a computer, la cui durata sarà di 150 minuti. I candidati saranno chiamati a risolvere 8 quesiti a risposta aperta, di cui 2 saranno a risposta chiusa in una lingua straniera a scelta dagli interessati (inglese obbligatoriamente per primaria).

A seguire ci sarà l’orale, che avrà una durata di 45 minuti. In questo caso, soltanto coloro che supereranno il primo step, saranno chiamati a simulare una lezione e ad interloquire con la commissione d’esame. Per la scuola secondaria di I e II grado, di cui avremo 15.638 e 17.231 posti, oltre a 506 posti della classe A023, avremo le medesime prove, più l’aggiunta di una prova pratica in laboratorio, relativa agli stessi programmi della classe su cui si concorre. La durata e gli altri dettagli sono riportati all’interno dell’allegato A. Infine, abbiamo il sostegno (6.101 posti), di cui ci sarà da superare soltanto scritto e orale, con le stesse modalità e durata degli altri gradi scolastici visti poc’anzi.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!