Siamo giunti ormai in prossimità della scadenza dei termini di legge utili al fine di presentare la domanda di partecipazione al concorso scuola docenti 2016. Secondo le prime proiezioni del Ministero dell'Istruzione, all'orizzonte vi sarebbero circa 200mila domande, sebbene molte di queste potrebbero essere inoltrate proprio nelle ultime ore. Gli ultimi aggiornamenti al riguardo hanno infatti parlato di circa 160000 richieste, numeri che però sonoincompleti perché aggiornati solo allo scorso venerdì. Vi è inoltreda considerare che il concorso presentava due possibili canali di ingresso, uno dei quali poteva passare per l'immissione in ruolo attraverso l'iscrizione al GaE, mentre sul piatto vi sarebbero anche i ricorsi con i quali diversi docenti hanno chiesto la stabilizzazione del proprio posto di lavoro, motivo per il quale daticerti potranno essere fornitisolo a posteriori.

Concorso scuola e Anief: 20000 ricorsi contro il regolamento del Miur

Stante la situazione, bisogna sottolineare che in merito al Concorso Scuola 2016 sussistono in essere anche 20mila ricorsi, presentanti tramite il sindacato Anief con l'obiettivo di impugnare quella parte del regolamento Miur che impedisce la partecipazione a circa una quindicina di profili. Si tratta nella maggior parte di casi di insegnanti non abilitati, molti dei quali con età inferiore ai 30 anni. La protesta segue un'altra impugnazione, riguardante chi ha lavorato per 6 mesi non consecutivi in scuole statali o paritarie, trovandosi di fatto impossibilitato ad inoltrare la domanda. Secondo il sindacato Anief, la strada corretta da seguire deve necessariamente prevedere la partecipazione di tutti i ricorrenti;anche perché sarà poi onere dell'Avvocatura di Stato verificare e spiegare i criteri di esclusione, per i quali le parti sociali ravvisano la violazione del principio di parità.

Insomma, nonostante ci troviamo ormai a poche ore dalla scadenza dei termini, la situazione del concorso scuola 2016 appare ancora molto complessa e denotata da numerose sfaccettature.

Come da nostra prassi, restiamo a disposizione nel caso desideriate condividere la vostra opinione con gli altri lettori del sito in merito alle newsche vi abbiamo riportato e tramite l'aggiunta di un nuovo commento.

Mentre per ricevere tutte le prossime notizie di aggiornamento in tema di lavoro e pensioni vi ricordiamo di utilizzare il comodo tasto "segui" che trovate in alto, vicino al titolo dell'articolo.