Ricomincia piuttosto agitato questa settimana il dibattito sulla riforma Pensioni, è scontro tra sindacati e Governo. Mentre a chiedere interventi urgenti per la flessibilità in uscita verso la pensione anticipata torna oggi anche il presidente dell'Inps Tito Boeri.

Pensioni: vertice tra i leader di Cgil, Cisl e Uil

I sindacati, che hanno già elaborato e mandato a Palazzo Chigi una proposta unitaria per la riforma pensioni sulla quale chiedono di intavolare un confronto con l'esecutivo, dopo gli annunci delle scorse settimane e le mancate risposte positive da parte del presidente del Consiglio, cominciano a lavorare per una manifestazione unitaria e comunque delle iniziative comuni che saranno promosse "a breve" per incalzare il governo sulle modifiche alla legge Fornero.

Pubblicità

Dopo il vertice della scorsa settimana, i leader dei tre sindacati rappresentativi hanno discusso della mobilitazione per la riforma pensioni a margine di un convegno promosso da Forza Italia a Montecitorio. "Ci siamo visti con Susanna Camusso e Annamaria Furlan - ha detto il leader della Uil, Carmelo Barbagallo - e abbiamo deciso di prendere iniziative a breve. Perché la flessibilità - ha aggiunto riferendo dell'incontro con i segretari di Cgil e Uil - in uscita serve ora".

Pressing sul Governo Renzi per la flessibilità

I sindacati sono praticamente sulla stessa lunghezza d'onda del presidente dell'Istituto nazionale per la previdenza sociale che ancora oggi è tornato a chiedere al Governo Renzi di procedere sin da subito con le modifiche alla riforma pensioni varata nel 2011 dal Governo Monti con l'appoggio in Parlamento della maggioranza di larghe intese.

Barbagallo ha ricordato che l'esecutivo ha promesso le modifiche alla legge Fornero già nel 2014, poi nel 2015 e adesso "siamo nel 2016 e parlano - ha spiegato il segretario della Uil - di farla nel 2017. Non possiamo aspettare - ha sottolineato annunciando iniziative 'a breve' - una vita mentre il disagio è adesso. Sono d'accordo, una volta tanto - ha concluso - con il presidente dell'Inps Tito Boeri". Anche il leader della Cgil, Susanna Camusso, ha annunciato che "a breve" ci sarà "una mobilitazione" dei sindacati.

Pubblicità