Non c'è ancora nessuna soluzione definita, nell'ambito della riforma Pensioni, da parte del Governo Renzi per l'introduzione di nuove formule di flessibilità in uscita per l'accesso alla pensione anticipata con penalizzazioni leggere. Ma la soluzione verrà trovato in sintonia con i rappresentanti dei lavoratori e i nuovi modelli di prepensionamento dovrebbero prendere corpo con la legge di Stabilità 2017.

A dirlo oggi, a due giorni dall'apertura del tavolo di confronto tra governo e sindacati in programma il 24 maggio, il presidente del Consiglio Matteo Renzi.

Renzi: Anticipo Pensionistico in legge di Stabilità 2017 dopo confronto con interessati

"Stiamo studiando - ha detto il premier parlando della riforma pensioni e delle penalità sui prepensionamenti - soluzioni diverse". L'esecutivo intende ascoltare le ragioni di lavoratori e sindacati, secondo quanto ribadito oggi da Renzi.

"Quando arriveremo in sede di Stabilità - ha detto il presidente del Consiglio parlando delle proposte per la pensione anticipata - le presenteremo e le discuteremo innanzitutto - ha sottolineato - con i diretti interessati". Diverse le ipotesi di riforma delle pensioni allo studio da Palazzo Chigi che in queste settimane hanno trovato spazio sulla stampa. Ma "per adesso - ha chiarito oggi Renzi in un'intervista pubblicata su quotidiano romano Il Messaggero - è solo fantasia".

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni Matteo Renzi

Damiano: per governo scelte decisive sul flessibilità pensionistica e limitazione voucher

Sulla questione previdenziale torna ad intervenire oggi il presidente della commissione Lavoro della Camera. "Il nostro Governo ha di fronte a sé - ha detto Cesare Damiano - scelte decisive". Il riferimento è oltre alle pensioni anche a una delle questioni legate al mercato del lavoro, quella dei voucher di cui si fa largo abuso.

"La flessibilità delle pensioni - ha detto Damiano ricordando gli annunci di Renzi - deve trovare una soluzione condivisa dai sindacati e dal Parlamento. Non si commetta l'errore - ha sottolineato l'ex ministro del Lavoro riferendosi alla legge Fornero - di imporre dall'alto una soluzione. Questa volta - ha spiegato - non funzionerebbe". L'altra scelta decisiva che deve fare il governo, secondo Damiano, è quella di "limitare l'uso distorto dei voucher.

"Questi contenuti - secondo il parlamentare della minoranza dem - non vanno sottovalutati, perché la loro mancata o insoddisfacente soluzione - ha evidenziato Damiano - influenzerà l'orientamento di voto di milioni di cittadini".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto