Si avvicina il test delle professioni sanitarie 2016. Gli studenti provenienti dai vari istituti scolastici si accingeranno, tra pochi giorni, ad affrontare questa importante selezione che potrebbe delineare il futuro di molti aspiranti infermieri. Prima di fornirvi informazioni più precise, teniamo a specificare che il test d'ingresso per accedere alle professioni sanitarie si sviluppa in modo diverso rispetto agli altri organizzati dal Miur, relativamente ai corsi ad accesso programmato nazionale (come, ad esempio, medicina e veterinaria).

Di seguito, potrete trovare le date, info utili e i consigli per svolgere al meglio il test e raggiungere buoni punteggi.

Data prova d'ingresso professioni sanitarie 2016

Partiamo dalla notizia più importante, ovvero la data in cui si svolgerà il test per le professioni sanitarie 2016. Il Miur ha stabilito che la prova d'ingresso si terrà nella giornata di martedì 13 settembre. Le selezioni si terranno simultaneamente in tutta Italia, anche se le domande saranno scelte, in maniera autonoma, dagli Atenei delle singole università.

Questi ultimi, ad ogni modo, dovranno attenersi alle direttive del Miur circa il numero di quesiti da sottoporre ai candidati e gli argomenti da trattare.

Il numero di posti messi a disposizione dal Miur su territorio nazionaleè dicirca 15 mila, in leggerissimo calo rispetto ai test d'ingresso delle professioni sanitarie 2015. Diamo uno sguardo a come si svolgerà la prova e vediamo i consigli per ottenere un buon punteggio ai test di ammissione.

Tutte le info sul test 2016 e consigli

Per ciò che concerne la tipologia dei quesiti di infermieristica, ai candidati saranno sottoposte 60domande. I principali argomenti oggetto di questa prova sono i seguenti: logica, biologia, chimica, matematica, fisica e, infine, la tanto temuta cultura generale. È opportuno ricordare che le graduatorie dei test di professioni sanitarie 2016 saranno pubblicate da ogni singola università, e non su base nazionale, come avviene per la prova di ammissione alla facoltà di medicina.

Nel bando del Miur sono contenute tutte le info utili per poter svolgere al meglio il test. Infatti, quest'anno si è cercato di andare incontro ai candidati, suggerendo i cosiddetti "argomenti caldi". Il consiglio è quello di leggere a fondo il bando, e di focalizzare l'attenzione sugli argomenti nei quali si pensa di essere maggiormente deboli. Molti, ad esempio, ritengono la propria preparazione in cultura generale non adeguata.

In questo caso suggeriamo di comprare due o tre quotidiani al giorno (fino al giorno dei test) e di leggerli da cima a fondo. Spesso, infatti, le domande di cultura generale riguardano argomenti in voga o menzionati, negli ultimi periodi, dall'opinione pubblica. Spesso e volentieri, questi quesiti risultano decisivi per ottenere buoni punteggi.

Per restare aggiornato sui test di professioni sanitarie 2016e non solo, puoi cliccare il tasto "Segui",in alto, accanto al nome dell'autore.

Segui la nostra pagina Facebook!