"Sappiamo che state lavorando per fare in modo che il Governo mantenga l'impegno preso nella scorsa legge di Stabilità rispetto ad Opzione Donna e potremmo recitare a memoria i testi dei vostri emendamenti alla LdB2017 per tutte le volte che li abbiamo letti con speranza e fiducia; noi vi sosteniamo nel vostro difficile lavoro e vi sosterremo fino all'ultimo e come possiamo". Lo dichiara la Cofondatrice del Comitato Opzione Donna Orietta Armiliato, pubblicando un nuovo post all'interno del gruppo su Facebook e rivolgendosi direttamente all'On. Maria Luisa Gnecchi della Commissione lavoro alla Camera.

"I tempi sono complicati, le discussioni aspre e ne siamo perfettamente consapevoli" ha proseguito la rappresentante delle lavoratrici, facendo il punto della situazione e fornendo tutto il sostegno possibile all'azione parlamentare. "Insieme Si Puó, Voi ci siete, noi ci siamo".

Pensioni anticipate e opzione donna: relazione arriva in Commissione lavoro

La nuova presa di posizione espressa dal Comitato emerge dopo l'arrivo alla Camera dei dati sul contatore. Ricordiamo che i provvedimenti correttivi in preparazione sono due e prevedono da un lato l'apertura al pensionamento anticipato per le lavoratrici dell'ultimo trimestre 1957/58, la cui sorte è strettamente legata proprio all'esito del monitoraggio.

Dall'altro lato vi è allo studio la possibilità di fruire del cumulo gratuito anche per l'istituto di OD, stante che la misura permetterebbe di fruire dei contributi versati in gestioni diverse (come quella separata dell'Inps), al fine di raggiungere i requisiti contributivi di legge. Dopo il via libera del Ministro dell'economia Pier Carlo Padoan (che ha firmato la relazione sul numero delle aderenti e sulle risorse effettivamente impiegate, ora si attende di vedere a cosa porterà il prossimo confronto politico.

Comitato OD in pressing su twitter per il sostegno alla misura

Dal Comitato intanto prosegue l'azione di sostegno della misura anche nei confronti del Governo. Nella serata di ieri è stato lanciato un nuovo tweet all'attenzione del Ministro Maria Elena Boschi, che vi riportiamo di seguito..

Le lavoratrici chiedono all'esecutivo di sostenere gli emendamenti in esame presso la Commissione bilancio della Camera.

Quest'ultimi saranno esaminati a partire da prossimo 20 novembre, dopo lo slittamento avvenuto nella giornata di ieri. Nel frattempo si spera che possano essere chiariti i dati effettivi relativi all'azione di monitoraggio, visto che i contorni della situazione restano ancora indefiniti, così come si può facilmente intuire dagli ultimi articoli di stampa e dalle stime sulla platea delle potenziali aderenti.

E voi, cosa pensate in merito alle ultime novità che vi abbiamo riportato? Se lo desiderate potete farci conoscere la vostra opinione al riguardo tramite l'aggiunta di un nuovo commento nel sito. Mentre se preferite ricevere le prossime notizie di aggiornamento sulle pensioni vi ricordiamo di usare la comoda funzione "segui" che trovate in alto, vicino al titolo del nostro nuovo articolo.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!