Continua il caos in molte scuole d'Italia, per quanto riguarda le supplenze dei docenti assenti e le modalità di copertura delle ore. Sappiamo bene quali siano le difficoltà che stanno incontrando diversi Istituti nel reperimento degli insegnanti e di come le attività didattiche finiscano per risentirne pesantemente. Il sito specializzato 'Orizzonte Scuola' ha provveduto a pubblicare i dati resi noti da Invalsi attraverso il questionario 'I processi e il funzionamento delle scuole' e lo studio ha fatto emergere dei dati assolutamente preoccupanti.

Ultime news scuola, mercoledì 2 novembre 2016: come vengono coperte le ore di assenza dei docenti?

Infatti, secondo questa indagine, oltre il trentadue per cento delle ore di supplenza viene attualmente coperto da docenti interni agli istituti (il 32,4 per cento per l'esattezza), copertura che, però, non viene retribuita. Scendendo nei dettagli, tali supplenze riguardano in primis gli Istituti professionali per il 39% e i Tecnici (38 per cento), seguiti dai Licei (31%), dalle medie inferiori (30 per cento) e dalla scuola primaria con il 24 per cento.

Sono solamente l'8,6 per cento i docenti interni retribuiti per la copertura delle ore di supplenza, nella maggior parte dei casi alle scuole medie (il 9 per cento), nei Licei (l'8 per cento) e negli istituti professionali e tecnici (6%). Nella scuola primaria solamente il 3 per cento.

E' nel Centro Italia che gli insegnanti fanno in media più ore di assenza che nel resto d’Italia. Mentre al Sud gli insegnanti fanno meno ore di assenza, ma si ricorre meno all’utilizzo di altri docenti per coprire le ore scoperte.

Assenze degli insegnanti, ecco cosa dice il rapporto Invalsi

Da segnalare soprattutto come resti scoperto oltre il 27 per cento delle ore a supplenza (27,75 per la precisione). La parte del leone la fanno soprattutto i Licei (35 per cento) e gli istituti Tecnici e Professionali (30), mentre le medie inferiori si attestano al 24 per cento e le primarie al 18.

Infine, sempre secondo lo studio condotto da Invalsi, le ore di supplenza coperte ricorrendo a docenti esterni sono pari al 37,25 per cento: in questo caso è la scuola primaria a posizionarsi davanti a tutti con il 56%, contro il 40 delle scuole medie inferiori, il 29 per cento dei Licei e il 24 fra Istituti Tecnici e Professionali.Potrete consultare l'intero rapporto Invalsi all'indirizzo Web invalsi.it/snv/docs/141016/Processi_25ott_2016.pdf

Segui la nostra pagina Facebook!