Il 2017 potrebbe essere un anno di svolta per coloro che ambiscono ad un posto di lavoro negli istituti scolastici. Le graduatorie ATA prevedono la messa al bando di 10294 posizioni, tra bidelli e assistenti scolastici. Queste previsioni andranno ad aggiungersi altre posizioni aperte nell'ambito DSGA, personale amministrativo e assistente tecnico. Le mansioni svolte dal personale ATA, amministrativo, tecnico e ausiliare, hanno carattere gestionale, strumentale, di sorveglianza, operativo ovviamente correlato alle istituzioni scolastiche.

Pubblicità

I profili richiesti e i requisiti del bando

I più di 10.000 posti di lavoro previsti dalla riapertura delle graduatorie saranno così suddivisi:

  • 216 posti per direttore servizi amministrativi;
  • 2.103 posti per assistenti amministrativi;
  • 790 posti per assistenti tecnici;
  • 6949 per collaboratori scolastici;
  • 87 posti come cuochi;
  • 81 posti come addetti aziende agrarie;
  • 49 posti per guardarobieri;
  • 19 posti per infermieri.

Coloro che possedessero i requisiti per svolgere le funzioni del personale ATA possono già iscriversi in questi mesi alle graduatorie di III fascia, per ottenere eventuali supplenze e impieghi a tempo determinato.

La domanda prevede la scelta, da parte del candidato, di 30 istituti scolastici di un'unica Provincia. Oltre ai titoli di studio (licenza media), per l'adesione al bando sono considerati requisiti validi:

  • L’essere iscritto nelle graduatorie provinciali permanenti (24 mesi- art 554 del D.lgs 297/1994);
  • L’essere iscritto nelle graduatorie provinciali ad esaurimento di collaboratore scolastico, negli elenchi provinciali ad esaurimento di Assistente Amministrativo, Assistente Tecnico, Cuoco Infermiere, Guardarobiere (DM 75/2001), negli elenchi provinciali ad esaurimento di addetto alle aziende agrarie (DM 35/2004);
  • L’essere iscritto nelle graduatorie d’istituto del precedente triennio;
  • L’aver prestato servizio per almeno 30 giorni, anche non continuativi, in posti corrispondenti al profilo professionale richiesto.

Ulteriori informazioni sono presenti sul sito del Miur: per presentare la domanda d'iscrizione alle graduatorie sarà infatti necessaria la compilazione del modulo D1 o D2, a seconda del proprio status.

Pubblicità

L'allegato D1 dovrà essere utilizzato da coloro che si iscriveranno per la prima volta nelle graduatorie, e andrà consegnato in una Scuola a scelta della Provincia ove intenderà prestare servizio. Il modulo D2 servirà invece ai candidati già iscritti nelle graduatorie, per confermare i punteggi del precedente triennio.

Il bando per le graduatorie ATA: la data d'uscita

Per tentare di essere il più accurati possibile e dare informazioni affidabili, può essere sufficiente consultare i precedenti bandi: nel 2014 venne pubblicato a giugno, nel 2008 a settembre.

È quindi verosimile pensare che nel periodo estivo, tra giugno e settembre 2017, sarà data l'ufficialità da parte del MIUR, e il bando per l'apertura delle graduatorie ATA sarà pubblico.