Come ogni anno, migliaia di studenti attendono con trepidazione di conoscere le materie d'esame della loro maturità, ed anche quest'anno è stato rivelato il calendario d'esame. È apparso un primo video in cui si annuncia che la ministra della Pubblica Istruzione, Valeria Fedeli, ha firmato ieri, 4 maggio, l'ordinanza con le indicazioni per le scelte delle materie e per la formazione delle commissioni d'esame.

Il calendario degli esami di maturità

Le date previste sono mercoledì 21 giugno, data di inizio esami con la prima prova di italiano scritto, giovedì 22 giugno con la seconda prova scritta che cambierà a seconda degli indirizzi, lunedì 26 giugno la terza prova scritta.

Pubblicità

Per le scuole che prevedono la quarta materia d'esame, questa si svolgerà martedì 27 giugno.

Per le scuole dove saranno istituiti i seggi per le amministrative, le date slitteranno al 27 giugno anzichè il 26 giugno ed il 28 giugno anzichè il 27 giugno.

Le deroghe per le regioni colpite dal terremoto

Son confermate le deroghe per le regioni che son state colpite dal terremoto, negli istituti di Abruzzo, Marche, Umbria, Lazio infatti le commissioni d'esame saranno tutte interne, fatta eccezione per il Presidente di commissione.

L'anno scolastico verrà considerato valido anche con meno di 200 giorni di lezione normalmente necessari, così come l'ammissione agli esami verrà consentita anche a chi avesse superato il limite massimo di assenze permesse.

Le date son state annunciate in un video che fa parte del programma No panic, ideato dal Ministero dell'istruzione e coordinato da Francesco Branca, capo della struttura tecnica per gli esami di stato. La campagna No panic è una campagna che verrà gestita dal MIUR ed accompagnerà i maturandi fino all'esame di maturità con una serie di attività e video volte ad accompagnare i ragazzi in quella che rimane la prova più importante del loro percorso scolastico.

Pubblicità

Secondo Branca le tracce scelte dalla ministra tra le migliaia di quelle pervenute alla struttura in proposta da diversi esperti, sono "belle ed interessanti, coerenti con il percorso scolastico svolto dai ragazzi". Sia Branca che la Ministra augurano a tutti i ragazzi e le ragazze un in bocca in lupo per l'esame. Rimane fissato per il 15 maggio l'appuntamento per redigere il documento che riporterà il percorso di ogni singolo studente, da consegnare alla commissione d'esame.

Il 19 giugno si svolgerà invece la prima riunione per le commissioni d'esame.