Sempre più acceso il dibattito sulla riforma #Pensioni in attesa dell'attuazione delle misure previste nella prima fase e mentre prosegue il confronto tra esecutivo e parti sociali sulla seconda fase. Il Movimento 5 stelle di Beppe Grillo, intanto, insiste sull'aumento delle pensioni minime, mentre la sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio #Maria Elena Boschi annuncia - come del resto aveva già fatto il ministro del Lavoro Giuliano Poletti - che sono pronti i decreti per l'Anticipo pensionistico volontario e la Quota 41 per una parte dei lavoratori #precoci. Nel frattempo i sindacati ribadiscono la necessita di portare a compimento la riforma pensioni con la fase due di cui si sta discutendo.

Movimento 5 stelle, Di Maio: con noi pensioni minime a 780 euro

"Non ha senso - ha detto ieri il parlamentare del Movimento 5 stelle Luigi Di Maio - erogare pensioni sotto la soglia di povertà. E' inaccettabile - ha aggiunto in diretta sul blog di Beppe Grillo durante la marcia Perugia Assisi - che un pensionato dopo anni di duro lavoro percepisca meno di 780 euro al mese. Il reddito di cittadinanza - ha sottolineato il vice presidente della Camera - ha l'obiettivo di fissare anche una soglia per le pensioni minime a 780 euro". Queste le ultime dichiarazioni sulle pensioni che arrivano dal Movimento 5 stelle, mentre il Partito democratico di Matteo Renzi esulta per le ultime novità sull'Anticipo pensionistico e la Quota 41 per i precoci (ma non per tutti) annunciate su Facebook dalla sottosegretaria Maria Elena Boschi.

I migliori video del giorno

Pensioni, Gribaudo (Pd): Ape risposta concreta a problema scottante

"Il governo - ha detto la parlamentare del Pd Chiara Gribaudo - dichiara che partiranno l'Ape social e l'Ape per i lavoratori precoci per accompagnare alla pensione tanti lavoratori ai quali- ha proseguito la vice capogruppo del Pd alla Camera - criticando l'attuale normativa previdenziale - la riforma Fornero l'aveva impedito. Si tratta - ha proseguito - di un provvedimento importante, inserito in Legge di Bilancio, che dà delle risposte concrete - ha sottolineato - su un tema scottante per i lavoratori". "Il provvedimento che permetterà ad alcune categorie di anticipare la pensione superando i vincoli della Fornero - è l'annuncio su Facebook il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio - è finalmente pronto. Sia - ha specificato Maria Elena Boschi sul social network - la cosiddetta Ape Social che l'Ape Precoce. La prima vera risposta ai pensionati dopo anni".

Fillea Cgil: pensioni e ammortizzatori a centro del confronto col governo

Continua a farsi sentire la voce dei sindacati.

"Pensioni e ammortizzatori sociali - ha detto il segretario generale della Fillea Cgil, Alessandro Genovesi - sono il primo punto della piattaforma unitaria, perché la fase uno - ha aggiunto - pur segnando alcuni avanzamenti sconta il peccato originale di una mini riforma fatta - ha proseguito il sindacalista illustrando al direttivo nazionale della categoria i temi al centro della mobilitazione nazionale degli edili indetta da Fillea, Filca e Feneal per il 25 maggio - partendo dalle risorse per giungere alle platee e non il contrario, come invece sarebbe stato giusto".