Sembrava non arrivare mai questo momento per i concorrenti. Eppure, tra dubbi e incertezze per le vicende relative al concorso pubblico da assistenti giudiziari, finalmente è possibile la consultazione dell'elenco ammessi alle prove scritte sul sito ufficiale del Ministero della giustizia (nella sezione dedicata al concorso).

Ufficialmente ammessi

Le voci circolate e sfociate in animate discussioni sui gruppi social e forum dedicati al concorso si sono rivelate esatte; difatti, si diceva tra gli aspiranti assistenti giudiziari che sicuramente avrebbero superato la prova preselettiva esclusivamente coloro i quali avessero conseguito come risultato 50 su 50.

Pubblicità

Si può notare nell'elenco lungo 96 pagine che gli ammessi alla successiva fase concorsuale sono solo coloro che hanno riportato il punteggio massimo. Amara notizia per chi svolgendo la prova sia rimasto fuori dai giochi a causa di un unico errore o peggio per una sola risposta in bianco con decurtazione dal punteggio di 0,15 punti.

La graduatoria ammessi contiene non pochi nomi, ma ha tagliato le gambe a tantissimi aspiranti, giacché questo concorso ha visto una domanda di partecipazione altissima: oltre trecentomila istanze.

L'elenco ammessi pubblicato dal Ministero contiene oltre 6000 nominativi. Ora i concorrenti restano in attesa di conoscere date, ora e luogo delle prossime prove che dovrebbero esser comunicare venerdì sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. Ancora però non è disponibile la consultazione della nuova banca dati. Difatti il ministro Orlando aveva anticipato dalla sua pagina Facebook della pubblicazione di una banca dati come per la fase preselettiva anche per la fase successiva per ovvi motivi: il bando richiede quale requisito il diploma, pertanto è improbabile che tutti i concorrenti abbiano una consolidata conoscenza degli argomenti oggetto della procedura concorsuale.

Pubblicità

Nell'attesa di ulteriori informazioni ufficiali da parte del Ministero, non resta che tenersi pronti studiando le materie su cui verteranno i quesiti: elementi di diritto processuale civile e elementi di diritto processuale penale.

L'agonia che aveva suscitato l'attesa per la pubblicazione della graduatoria tuttavia permane a causa dei ricorsi che potrebbero paralizzare l'espletamento delle successive prove. Si spera di no visto che la carenza di unità nel persona della Giustizia sta già da tempo portando avanti la paralisi degli uffici.