Le ultime novità sulle Pensioni ad oggi 30 giugno 2017 riguardano i nuovi commenti di Giuliano Poletti in risposta a quanto ha affermato Papa Francesco sull'allungamento dell'età di lavoro. Anche l'ex Ministro del Lavoro Elsa Fornero ha voluto esprimere la propria posizione rispetto al tema del turn over. Tra le altre novità della giornata segnaliamo l'arrivo di un nuovo strumento previdenziale europeo, ovvero il Pan European Personal Pension Product (PEPP).

Pubblicità
Pubblicità

Infine, dal CODS arriva una nuova presa di posizione sull'opzione APE donna. Vediamo insieme tutti i dettagli al riguardo nel nostro nuovo articolo di approfondimento.

Pensioni anticipate: il Ministro Poletti commenta le parole del Papa citando l'APE

Dopo le parole pronunciate da Papa Francesco in occasione del Congresso Cisl, anche il Ministro del lavoro è voluto tornare sul tema del ricambio generazionale. "C'è un nesso tra l'età di pensionamento e il turn over", ha spiegato l'esponente del Governo.

"Deve stare in equilibrio con i sistemi previdenziali, perché i cittadini che hanno lavorato devono avere una pensione". Partendo da questo presupposto, Giuliano Poletti ha voluto rimarcare il lavoro svolto per le nuove misure di flessibilità in uscita, tra cui ricordiamo l'APE sociale e quella volontaria, oppure la quota 41 destinata ai lavoratori precoci. Secondo il Ministro, si tratta proprio di soluzioni pensate per aiutare gli anziani ad "arrivare prima al pensionamento e contemporaneamente i giovani a entrare nel mercato del lavoro".

Pubblicità

Le nuove dichiarazioni di Elsa Fornero rilasciate a Radio Capital

Sulla questione è tornata ad esprimersi anche Elsa Fornero, che ha espresso le proprie perplessità circa l'idea di riavviare il ricambio generazionale anticipando la pensione degli anziani. Si tratterebbe di un'idea che "non ha mai funzionato", ha spiegato l'ex Ministro del Lavoro. Oltre a ciò, bisogna anche verificare che eventuali interventi di flessibilità non dovrebbero andare a pesare sulle spalle dei più giovani, perché "altrimenti con una buona intenzione si realizzano dei risultati negativi". Soprattutto nei confronti delle giovani generazioni, che si vorrebbero tutelare, ha concluso.

Riforma previdenziale, l'Europa scende in campo sulla sfida demografica con il PEPP

Nel frattempo ci sono interessanti novità anche sul comparto dei fondi pensione. Dal fronte internazionale arriva infatti un nuovo prodotto, lanciato nella giornata di ieri dalla Commissione Europea, che prevede di potenziare gli schemi pensionistici privati abbattendo contemporaneamente le frontiere degli stati aderenti. Si tratta del PEPP, acronimo di Pan European Personal Pensioni Product: una nuova tipologia di prodotti che potranno essere utilizzati dai lavoratori per accantonare risparmi in vista della pensione, in tutta sicurezza e con opzioni di investimento prestabilite.

Pubblicità

Comitato Opzione Donna Social: guardare avanti per adeguarsi al cambiamento

Concludiamo con l'invito pubblicato nella giornata di ieri dal CODS, dove Orietta Armiliato si è espressa nel Comitato sottolineando l'importanza di "guardare avanti, comprendere le necessità e adeguarsi al cambiamento". Secondo la fondatrice, "i conti pubblici sono quello che sono e lo stanziamento per la previdenza (pari a 7 miliardi per il triennio 2017-2019) non può soddisfare tutti i bisogni, anche se ci piacerebbe e sarebbe assolutamente auspicabile, perciò #opzioneAPEdonna, potrebbe essere una buona strada, anzi LA strada per tutta quella platea femminile che ha necessità o desiderio di raggiungere la quiescenza anticipatamente", senza andare a pesare ulteriormente sul bilancio pubblico.

Pubblicità

Come da nostra prassi, restiamo a disposizione dei lettori nel caso desiderino aggiungere un nuovo commento nel sito in merito alle ultime novità che vi abbiamo riportato. Mentre per ricevere le prossime notizie di aggiornamento sulle pensioni ricordiamo di utilizzare la funzione "segui" che trovate in alto, vicino a titolo dell'articolo.

Leggi tutto